Home
  • Home
  • Articoli
  • Il memorandum rivela le relazioni finanziarie tra Bannon e Guo Wengui

Il memorandum rivela le relazioni finanziarie tra Bannon e Guo Wengui

9 Gennaio 2020 Articoli


Articolo The New York Times
di Maggie Haberman
del 24 dicembre 2019

L’ex consigliere politico del presidente Trump, Stephen K. K. Bannon (a destra) e Wengui Guo (a sinistra) in una conferenza stampa a New York il mese scorso

Dopo aver terminato il proprio lavoro alla Casa Bianca, l’ex consigliere politico del presidente Trump, Stephen K. Bannon, ha quasi immediatamente stabilito una forte relazione finanziaria con un misterioso miliardario cinese, cercato da Pechino per l’estradizione dagli Stati Uniti.

Il governo cinese aveva già accusato Guo Wengui, un magnate del settore immobiliare noto anche come Miles Kwok, di riciclaggio di denaro, corruzione e stupro. Secondo un promemoria scritto a maggio 2019 e ottenuto da The New York Times Guo Wengui e il signor Bannon hanno stabilito una relazione reciprocamente vantaggiosa iniziata con un prestito di $ 150.000 da parte dell’ex consigliere di Mr. Trump.

Secondo il sito americano di notizie Axios, la loro relazione si è intensificata maggiormente con un contratto di un milione di dollari, in cui Bannon ha promesso di presentare Guo a persone rappresentative e importanti del mondo dei media.

Guo ha negato le accuse di violazione della legge e ha affermato che la richiesta di estradizione di Pechino è stata una rappresaglia per le sue critiche pubbliche alla corruzione cinese. Ha instaurato relazioni con persone che si sono distinte per il loro atteggiamento e linea di pensiero negativi nei confronti della Cina come il signor Bannon negli Stati Uniti, ha avuto un abbonamento al club Mar-a-Lago del signor Trump a Palm Beach, in Florida, e mentre cercava asilo politico ha vissuto in uno splendido appartamento con vista su Central Park.

Mr. Bannon, attraverso un portavoce, ha rifiutato di commentare la sua relazione con Mr. Guo Wengui. Un portavoce del sig. Guo e una persona vicina al sig. Bannon hanno dichiarato che il prestito iniziale al sig. Bannon riguardava un progetto cinematografico critico nei confronti del Partito comunista cinese.

Secondo il promemoria, l’anno scorso Bannon è stato rimborsato con la sottoscrizione di una parte del contratto del sig. Bannon con Guo.

Gli assistenti di entrambi gli uomini hanno descritto la loro relazione come fondata su un disprezzo reciproco per il Partito Comunista Cinese.

La preoccupazione per i funzionari cinesi era quella di trovare dove fosse localizzato Guo Wengui, perciò hanno emesso un mandato di cattura del suo arresto attraverso l’Interpol.

Una persona vicina a Bannon ha affermato che Bannon, che ha lasciato la Casa Bianca nell’agosto 2017, è stato concentrato su questioni relative alla Cina per anni, e il conflitto del signor Guo con il governo cinese era nei suoi radar mentre lavorava per il signor Trump.

Daniel Podhaskie, portavoce del sig. Guo, ha dichiarato che il sig. Bannon e il sig. Guo si sono incontrati per la prima volta nell’ottobre 2017, dopo che un’ospitata del sig. Guo presso l’Hudson Institute, un’organizzazione di ricerca conservatrice, è stata cancellata.

Guo ha poi presentato Bannon a un gruppo di media collegato a Guo. Podhaskie disse ad Axios che il signor Guo era “semplicemente il volto” di Guo Media. Si dice che il signor Bannon abbia concluso il suo contratto e non accetti più denaro da Guo Media.

Ma il signor Bannon ha trasmesso un programma radiofonico che criticava il Partito Comunista nell’appartamento del signor Guo Wengui a Manhattan. Una persona vicino a Bannon ha detto che il programma radiofonico non era stato trasmesso negli Stati Uniti, ma era stato trasmesso in Cina.

Questo è in linea con altri progetti che il signor Bannon ha intrapreso da quando ha concluso il suo rapporto con la Casa Bianca. Bannon ha condotto da Washington uno show radiofonico chiamato “War Room” per difendere Trump nella sua battaglia per l’impeachment.

Ha anche contribuito a raccogliere fondi privati per costruire parte del muro che Trump voleva lungo il confine tra Stati Uniti e Messico e ha lavorato sul movimento per l’indipendenza tibetana e a sostegno degli uiguri musulmani perseguitati in Cina.

 

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *