Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • La Cina con le sue proposte contribuisce al miglioramento della cooperazione tra i BRICS

La Cina con le sue proposte contribuisce al miglioramento della cooperazione tra i BRICS

15 Novembre 2019 News Orient Express


Giovedì 14 novembre si è chiuso a Brasilia l’undicesimo meeting tra i leader dei paesi BRICS. In un incontro pubblico organizzato in occasione del summit, il presidente cinese Xi Jinping ha pronunciato un importante discorso intitolato “Lavorare insieme per aprire un nuovo capitolo della cooperazione”, in cui ha analizzato in modo approfondito lo sviluppo dell’economia mondiale e l’evoluzione della situazione internazionale, e ha presentato tre proposte in merito alle responsabilità di cui devono farsi carico i paesi BRICS in frangenti decisivi. Il discorso del capo di Stato cinese ha mandato segnali positivi a sostegno del multilateralismo e degli interessi comuni dei mercati emergenti e dei paesi in via di sviluppo.
Nel suo intervento, Xi Jinping ha detto che occorre “creare un ambiente stabile per favorire la sicurezza”, elemento cruciale per lo sviluppo dei mercati emergenti come i BRICS. Il mondo di oggi non è pacifico, coesistono minacce alla sicurezza tradizionali e non tradizionali e ci sono sempre più sfide di carattere globale. I paesi BRICS hanno sviluppato una cooperazione e una stretta comunicazione strategica sotto il profilo della diplomazia, della sicurezza e della lotta al terrorismo; salvaguardano il sistema internazionale con al suo centro le Nazioni Unite; si oppongono all’egemonismo e alla politica della forza, e levano una voce comune a difesa del multilateralismo. Questo approccio fornisce senza dubbio solide garanzie allo sviluppo degli stessi BRICS e indirizza lo sviluppo dell’ordine internazionale verso una direzione più giusta e razionale.
In secondo luogo, Xi Jinping ha detto che occorre “cercare prospettive per uno sviluppo innovativo e aperto”. Questo ha a che fare con il benessere delle persone nei paesi BRICS. Come ha detto il presidente Xi Jinping, lo sviluppo non si discute. Molti dei problemi dell’epoca in cui viviamo sono riconducibili alla mancanza di sviluppo o alla presenza di squilibri nello sviluppo. Sono in atto oggi una nuova rivoluzione tecnologica e la trasformazione dell’industria. Si presentano quindi nuove opportunità di sviluppo per i paesi BRICS. A questo proposito, il presidente Xi Jinping ha invitato tutte le parti a promuovere in modo approfondito la partnership della nuova rivoluzione industriale tra i BRICS e a conseguire continuamente risultati nella cooperazione in settori come commercio e investimenti, economia digitale e interconnettività, adoperandosi a raggiungere uno sviluppo di alta qualità.
Infine, Xi Jinping ha detto che occorre “promuovere gli scambi people-to-people”. Si tratta infatti di una base per l’amicizia tra i popoli e per la cooperazione tra i BRICS. Negli ultimi anni, gli scambi people-to-people tra i cinque paesi BRICS sono stati impressionanti. Nel suo discorso, il presidente Xi Jinping ha inoltre sottolineato che è necessario considerare la cooperazione “BRICS Plus” come piattaforma attraverso cui rafforzare gli scambi e il dialogo tra diversi paesi e diverse civiltà, in modo che la cerchia di amici dei BRICS possa diventare sempre più grande.
In un frangente decisivo per lo sviluppo economico mondiale e l’evoluzione del quadro internazionale, le proposte della Cina indicano il percorso e la direzione per la futura cooperazione tra i BRICS. Le persone hanno così motivo di credere che il secondo “decennio d’oro” della cooperazione tra questi cinque paesi sarà ancora migliore e recherà giovamento sia ai paesi coinvolti che al resto del mondo.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *