Home
  • Home
  • Articoli
  • La CIIE promuove l’apertura e lo sviluppo comune

La CIIE promuove l’apertura e lo sviluppo comune

11 Novembre 2019 Articoli


Domenica 10 novembre si è chiusa la seconda edizione della China International Import Expo, dopo 6 giorni dalla sua apertura. Quest’anno la CIIE ha visto la partecipazione di 181 tra Paesi, regioni e organizzazioni internazionali, oltre 3.800 imprese e più di 500.000 buyer cinesi e stranieri. Gli accordi preliminari siglati ammontano a 71 miliardi e 130 milioni di dollari, il 23% in più rispetto alla prima edizione. Inoltre, oltre 230 aziende si sono già registrate per la prossima edizione della CIIE… Questa serie di risultati positivi darà senza dubbio nuovo impulso alla globalizzazione economica, giovando allo sviluppo comune e a una cooperazione aperta a livello globale.
La China International Import Expo promuove innanzitutto la globalizzazione commerciale e la crescita economica mondiale attraverso lo scambio di beni e servizi. La CIIE è la prima expo al mondo dedicata al tema dell’import organizzata da un Paese a livello nazionale e rappresenta un’importante iniziativa lanciata dalla Cina per aprire il suo mercato al resto del mondo. In un contesto caratterizzato dal dilagare di protezionismo e unilateralismo e da una pressione al ribasso sull’economia mondiale, la seconda edizione della CIIE ha registrato notevoli passi avanti in termini di accordi preliminari siglati, livello di internazionalizzazione, professionalità e alta tecnologia, a dimostrazione del fatto che questa expo sta diventando un motore della crescita economica mondiale.
Cosa ancora più importante, la CIIE ha mostrato pienamente al mondo il concetto di “condivisione” ed è diventata un mezzo concreto attraverso cui costruire una comunità umana dal futuro condiviso. Come sottolineato dal presidente cinese Xi Jinping nel discorso pronunciato durante la cerimonia d’apertura di questa seconda edizione, occorre indirizzare lo sviluppo della globalizzazione economica verso una direzione di maggiore apertura, inclusione, equilibrio e win-win, in modo che i Paesi e le persone possano trarre maggiori benefici dai risultati di sviluppo. La CIIE è la materializzazione di questo importante concetto.
Durante le due edizioni della expo sono stati offerti due stand gratuiti a tutti gli espositori dei Paesi meno sviluppati e sono stati organizzati diversi incontri speciali di matchmaking tra domanda e offerta per fornire il più possibile servizi e supporto a questi Paesi. Grazie ai vantaggi esclusivi dei loro prodotti, i Paesi in via di sviluppo e i Paesi meno sviluppati hanno potuto trovare alla CIIE mercati e occasioni per buoni affari. È per questo che il direttore esecutivo dell’International Trade Centre, Arancha González, ha affermato che la CIIE ha facilitato l’ingresso nel mercato cinese delle piccole e medie imprese dei Paesi in via di sviluppo.
Le due edizioni di questa importante expo dedicate al tema dell’import non solo hanno permesso al mondo di vedere le enormi potenzialità del mercato cinese e la forte capacità di spesa dei cinesi, ma hanno anche mostrato la determinazione della Cina e le azioni da essa compiute per aumentare costantemente la sua apertura e sostenere fermamente la globalizzazione economica e il libero scambio. In futuro, la Cina continuerà ad ampliare il grado di apertura del suo mercato, adoperandosi con i vari Paesi per creare maggiori opportunità in termini di mercato, investimenti e crescita, così da raggiungere uno sviluppo comune.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *