Home

Brexit: raggiunta intesa tra Ue e Regno Unito sul nuovo accordo

18 Ottobre 2019 News Orient Express


Mentre il resto del mondo era generalmente pessimista sul raggiungimento a breve termine di un nuovo accordo sulla Brexit tra l’Ue e la Gran Bretagna, la mattina del 17 ottobre le due parti hanno comunicato la notizia di aver raggiunto un’intesa sul nuovo accordo.
Anche se il documento ufficiale del nuovo accordo della Brexit non è stato ancora reso noto, l’Ue ha fatto sapere che le due parti hanno già trovato una soluzione sulle questioni dell’unione doganale e del mercato unico che coinvolgono l’Irlanda del Nord. Dopo la “Brexit”, per l’isola irlandese non ci sarà alcun “confine duro”.
Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha commentato l’accordo definendolo equo ed equilibrato; il primo ministro britannico Johnson ha affermato che questo grande accordo aiuterà il Regno Unito a recuperare la propria autonomia. Risulta quindi evidente che i leader dell’Unione europea e del Regno Unito sono entrambi soddisfatti del nuovo accordo.
Dopo più di tre anni di alti e bassi, perché la notizia dell’accordo sulla Brexit è arrivata all’improvviso proprio ora? Il motivo è questo: il vertice Ue di Bruxelles è l’unica occasione per i leader dei paesi membri dell’Unione di concentrarsi sulla riunione prima della data stabilita dal Regno Unito (31 ottobre) per la Brexit ed è anche l’unica opportunità per approvare l’accordo. È ovvio che il nuovo accordo sulla Brexit sia arrivato in questo momento preciso, ma ciò non significa che i vari punti della Brexit siano stati stabiliti, al contrario ci sono ancora numerose variabili.
Rievocando il lungo cammino della Brexit, questa non è la prima volta che le due parti raggiungono un accordo a livello governativo. In precedenza, l’Unione europea aveva raggiunto un accordo con l’ex primo ministro britannico Theresa May, ma questo è stato successivamente respinto tre volte dal Parlamento britannico e, alla fine, non è entrato in vigore.
Tenendo conto di quello che è l’attuale stato positivo del coordinamento tra Ue e Regno Unito sulla questione della Brexit, il Parlamento europeo non dovrebbe preoccuparsi di approvare il nuovo accordo. Tuttavia, il Partito Unionista Democratico (DUP) dell’Irlanda del Nord, che in precedenza ha partecipato ai negoziati sulla Brexit, non sostiene l’accordo. Secondo l’opinione pubblica, se manca il sostegno del DUP, il nuovo accordo sulla “Brexit” difficilmente sarà approvato dal Parlamento britannico.
L’accordo tra l’Unione europea e il Regno Unito ha nuovamente riportato l’alba sulla via della Brexit. Ma le controversie e le lotte di potere all’interno del Regno Unito hanno nuovamente aumentano il numero delle variabili di questo grande evento geopolitico. In che modo il Regno Unito alla fine lascerà l’Ue? Rinvierà nuovamente la Brexit o sarà indetto un nuovo referendum? Una risposta più precisa a queste domande potrebbe arrivare dopo la votazione che si terrà alla seduta speciale del Parlamento britannico del 19 ottobre.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *