Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Cina, l’apertura del settore finanziario mostra che l’economia cinese ha fiducia in sé stessa

Cina, l’apertura del settore finanziario mostra che l’economia cinese ha fiducia in sé stessa

17 Ottobre 2019 News Orient Express


Il 15 ottobre, il governo cinese ha deciso di modificare alcuni articoli dei regolamenti attraverso cui gestire e disciplinare le compagnie di assicurazione e le banche a capitale estero, espandendo ulteriormente l’apertura del settore bancario e assicurativo. Nell’attuale contesto di recessione dell’economia mondiale la politica di apertura finanziaria della Cina ha continuato ad concretizzarsi, mostrando chiaramente che l’economia del Paese ha fiducia in sé stessa ed è capace di conferire nuovo slancio alla crescita economica mondiale.
Negli ultimi anni la Cina ha costantemente promosso l’apertura finanziaria; in modo particolare da quanto il Paese ha annunciato la sua nuova fase nella politica di apertura finanziaria al Forum Asiatico di Boao ad aprile dello scorso anno, tale processo è entrato in “corsia di sorpasso”. Allo stato attuale, le restrizioni all’accesso al mercato, alle qualifiche degli azionisti e al rapporto di partecipazione azionaria degli istituti finanziari a capitali esteri sono state notevolmente allentate. La legge sugli investimenti esteri approvata a marzo di quest’anno offre protezione legale alle imprese a capitali stranieri – comprese quelle finanziarie in Cina – e sta promuovendo l’apertura istituzionale del settore finanziario del Paese.
La revisione dei due regolamenti ha creato migliori condizioni di accesso per le banche e le compagnie assicurative straniere, arricchendo la presenza di banche commerciali estere e ha fornito un ambiente istituzionale più rilassato e autonomo per l’istituzione e il funzionamento di istituti bancari e compagnie assicurative straniere. Tutto questo mostra chiaramente la fiducia e la determinazione della Cina nell’espandere e rafforzare il processo di apertura del settore finanziario e attirerà senza dubbio più istituzioni ad operare in Cina e a condividere maggiori opportunità per lo sviluppo del Paese.
Le finanze sono la base e l’arteria vitale per l’economia di un Paese, per cui l’apertura del mercato finanziario è un atto che necessita di grande coraggio. Per la Cina, questo coraggio di promuovere l’apertura del proprio mercato finanziario deriva anzitutto dallo stato sempre migliore della sua economia. Dal gennaio al settembre scorso, gli investimenti diretti non finanziari destinati all’estero da parte degli investitori cinesi hanno registrato un aumento del 3,8%, ed hanno continuato a stimolare la crescita economica e occupazionale del Paese. Inoltre, di pari passo con la graduale trasformazione economica cinese verso un tipo di sviluppo di alta qualità, sono continuati ad emergere senza sosta nuovi fattori che hanno incoraggiato la crescita economica. Nell’ultimo “Rapporto globale della competitività 2019”, il Forum economico mondiale ha dato un punteggio di 98,8 alla stabilità macroeconomica della Cina.
La Cina ha promosso la riforma finanziaria passo dopo passo, in questo modo il meccanismo e la struttura del mercato hanno continuato ad essere perfezionati con un conseguente rafforzamento della competitività degli organismi finanziari cinesi. Attualmente il settore finanziario della Cina vanta una volume totale di 300 mila miliardi di RMB, tra i quali l’importo totale nel settore bancario risulta 268 mila miliardi, con una dimensione al podio del mondo.
Nel frattempo, la continua apertura del mercato finanziario cinese ha ottenuto una risposta positiva da parte di organismi a capitale estero. Attualmente il Gruppo UBS ha reso la cinese UBS Securities una holding a tutti gli effetti; Allianz (China) Insurance Holding Company Limited è stata autorizzata ad istituire la prima holding assicurativa a capitale estero mentre Standard & Poor’s è stata autorizzata ad aderire al mercato di valutazione fiduciaria della Cina.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *