Home
  • Home
  • Uncategorized
  • Nuovo round di consultazioni economico-commerciali Cina-Usa: continuare a dialogare sulla base di uguaglianza e rispetto reciproco

Nuovo round di consultazioni economico-commerciali Cina-Usa: continuare a dialogare sulla base di uguaglianza e rispetto reciproco

31 Luglio 2019 Uncategorized


Mercoledì 31 luglio si è concluso a Shanghai il 12esimo round di consultazioni economico-commerciali ad alto livello tra Cina e Usa. Nei due giorni di lavoro, seguendo le importanti intese raggiunte dai due capi di Stato a Osaka, le due parti hanno avuto un approfondito scambio di vedute su importanti questioni di comune interesse in modo franco, efficiente e costruttivo. Le due parti hanno anche discusso dell’acquisto di prodotti agricoli da parte della Cina in base a quelle che sono le sue esigenze interne e del fatto che gli Stati Uniti dovranno creare buone condizioni per l’acquisto. Le due parti hanno deciso di tenere il prossimo turno di consultazioni a settembre negli Stati Uniti.

Non è stato facile ottenere questo risultato. Da febbraio 2018 fino a oggi la parte cinese e la parte americana hanno avuto 12 round di consultazioni, compiendo grandi progressi ma anche passi indietro. In particolar modo a partire dal 10 maggio scorso, quando gli Stati Uniti hanno deciso di aumentare i dazi sui prodotti importati dalla Cina per un valore di 200 mld di dollari, violando in questo modo le intese raggiunte dai due capi di Stato, i quali avevano deciso di risolvere le frizioni tramite i negoziati. La mossa degli Stati Uniti ha danneggiato gravemente il processo delle consultazioni, con ripercussioni sull’economia mondiale.

I risultati delle consultazioni dimostrano che nessuna delle due parti ha evitato di parlare delle questioni sensibili e delicate, procedendo in poco tempo a uno scambio di vedute su un gran numero di tematiche che entrambe le parti hanno a cuore. Questo modo di procedere riflette l’atteggiamento pragmatico assunto dalle due parti per risolvere i problemi e le contraddizioni.

Le due parti hanno discusso anche dell’acquisto dei prodotti agricoli, e la parte cinese ha deciso di aumentare l’acquisto delle merci USA in base alle sue esigente interne. Allo stesso tempo, la controparte statunitense è obbligata a creare buone condizioni per l’acquisto. Ciò dimostra la volontà di entrambe le parti di implementare l’intesa raggiunta dai rispettivi capi di Stato a Osaka e l’atteggiamento cooperativo che vede le due parti avanzare nella stessa direzione. 

Sempre nel corso delle ultime consultazioni, le due parti hanno concordato di organizzare a settembre negli USA il prossimo turno di negoziati. Secondo quanto appreso, prima delle prossime consultazioni, sono previste per fine agosto fitte trattative tra i due gruppi di lavoro. Ciò significa che tutte e due le parti hanno il desiderio di continuare a dialogare e cercare di risolvere la questione.

In veste di seconda maggiore economia responsabile del mondo, la Cina guarda sempre avanti nelle consultazioni economiche e commerciali fra Cina e Stati Uniti. Le divergenze e le frizioni tra le due parti dovranno essere risolte attraverso il dialogo e le consultazioni. Nonostante ciò, va detto che la cooperazione è basata su alcuni principi e le consultazioni hanno una linea di fondo, la Cina non farà nessuna concessione rispetto a quelle che considera importanti questioni di principio. Nell’ultimo anno, il mondo esterno ha visto molto chiaramente che la Cina è in grado di resistere alla guerra commerciale e ha la volontà e la capacità di continuare a svolgere i negoziati con la parte statunitense. Indipendentemente da come evolverà la situazione, la Cina continuerà a fare bene ciò che deve fare, continuerà ad approfondire con fermezza la riforma e ad ampliare l’apertura. La Cina promuoverà sempre la pace nel mondo, contribuirà sempre allo sviluppo globale e salvaguarderà sempre l’ordine internazionale”.  


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *