Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Investimenti esteri lanciano ancora una volta un “voto di fiducia” per l’economia cinese

Investimenti esteri lanciano ancora una volta un “voto di fiducia” per l’economia cinese

11 Luglio 2019 News Orient Express


Secondo i dati rilasciati giovedì 11 giugno dal ministero del Commercio cinese, nel primo semestre di quest’anno gli investimenti esteriutilizzati effettivamente dalla Cina sono stati paria 478,33 miliardi di yuan, con un aumento subase annua del 7,2%. Nel contesto degli attualirischi economici mondiali e del rallentamentodella crescita degli investimenti esteri diretti(IED), gli investimenti stranieri in Cina hannocontinuato la loro controtendenza al rialzo, lanciando tramite un’azione pratica un “voto di fiducia” per l’economia cinese.

Dai dati specifici emerge che nella prima metà di quest’anno gli investimenti esteri in Cina hannopresentato due caratteristiche salienti: in primo luogo, la catena industriale di “assemblaggio e trasformazione” é accelerata dalla fascia bassaoccupata in passato verso la fascia medio-alta, l’utilizzo effettivo degli investimenti esterinell’industria high-tech cinese è aumentato del 44,3% rispetto allo stesso periodo dell’annoprecedente, con una proporzione del 28,8%, di cui un aumento del 13,4% per gli investimentinel settore manifatturiero high-tech e del 71,1% per i servizi ad alta tecnologia. Questocambiamento è in linea con il trend di passaggiodell’economia cinese da crescita ad alta velocitàa sviluppo di alta qualità. In secondo luogo, gliinvestimenti provenienti dalle principali fonti di investimento sono rimasti sostanzialmentestabili, e gli investimenti esteri in Cinaprovenienti da Corea del Sud, Giappone, Germania e UE

hanno avuto un aumento rispettivamente del 63,8%, 13,1%, 81,3% e 22,5%, a dimostrazioneche la Cina è ancora un posto caldo per gliinvestimenti esteri.

Attualmente, il protezionismo e l’unilateralismostanno continuando a diffondersi e vi é ovviainsufficienza di fiducia da parte degli investitoriinternazionali. L’anno scorso, gli investimentidiretti esteri (IDE) globali sono diminuiti del13% su base annua, ma il mercato cinese ha attratto un loro aumento del 4%. Nella prima metà di quest’anno, l’attrazione di investimentiesteri della Cina ha continuato a crescere in controtendenza, confermando ancora una volta ilfascino unico dell’economia cinese. Con la continua crescita dei consumi dei cinesi anchegli investimenti stranieri in Cina conseguirannomaggiore spazio per poter creare ricchezza. Quale importante finestra per osservare la vitalità economica degli investimenti esteri di unpaese, la crescita degli investimenti esteri in Cina dimostra la sufficiente resistenza dellosviluppo economico del

Paese e il suo promettente futuro.

A inizio giugno, la Banca Mondiale ha rilascio ilrapporto “Global Economic Prospects”, in cui ha abbassato le previsioni di crescita economicaglobale di quest’anno e dell’anno prossimo, ma in cui le previsioni sulla crescita economica dellaCina di quest’anno sono rimaste immutate, e in cui ha ritenuto che la Cina abbia la capacità di rispondere alle sfide esterne e ad altricontroventi “. Attualmente, la Cina sta attuandola ristrutturazione economica e la trasformazionee aggiornamento industriali, la capacitàd’innovazione sta costantemente migliorando e ivantaggi della catena industriale rimangonoevidenti, il che fornisce un’importante forzamotrice per gli investimenti esteri in Cina. Nelmanifatturiero a esempio, il punto chiave degliinvestimenti esteri si è gradualmente espansodalla produzione ai campi di alta tecnologiainformatica, circuiti

integrati, produzione intelligente. Nonostantel’attuale globalizzazione economica abbiasofferto un reflusso, la Cina rimane determinataa espandere l’apertura e ottimizzare l’ambientecommerciale, il che ha “rassicurato” le aziendeestere. Dalla sostanziale riduzione dei livellitariffari alla continua riduzione delle misurespeciali di accesso agli investimenti esteri (listanegativa) e all’espansione delle industrie e deisettori che incoraggiano gli investimenti esteri, dall’adozione della Legge sugli investimentiesteri in cui si é dichiarato che gli investimentinazionali ed esteri saranno trattati allo stessomodo, al Summit G20 di Osaka dove la Cina ha annunciato le cinque misure importanti per accelerare l’apertura, la sincerità e le azioni dellaCina ha ulteriormente rafforzato la fiducia di investire dall’estero in Cina.

Da quest’anno, Tesla, Exxon Mobil Corp, Procter & Gamble degli Usa, BASF dellaGermania, e LG Chem della Corea del Sud, stanno disponendo più rapidamente i propriinvestimenti esteri in Cina, e si dice che anche la linea di produzione dei Mac Pro e dei desktop Apple di fascia alta si sia trasferita dagli StatiUniti alla Cina. Sullo sfondo della tendenzamondiale al protezionismo, gli investimenti non si sono ritirati dalla Cina, ma continuano adaumentare e ad espandersi, constatando che iltrasferimento dell’economia cinese verso lo sviluppo di alta

qualità sia un’enorme opportunità per la crescitaeconomica. Tutte le imprese a investimenti estericon volontà di crescere insieme all’economiacinese otterranno certamente maggioriopportunità dal processo di ulterioreapprofondimento della riforma e apertura.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *