Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Commento su temi d’attualità: la cooperazione di mutuo vantaggio tra la Cina e l’Africa è fonte di energia per lo sviluppo mondiale

Commento su temi d’attualità: la cooperazione di mutuo vantaggio tra la Cina e l’Africa è fonte di energia per lo sviluppo mondiale

26 Giugno 2019 News Orient Express


Questa settimana si è tenuta a Beijing la riunione tra i coordinatori del Forum sulla cooperazione Cina-Africa (Vertice di Beijing). Per l’occasione, il presidente cinese Xi Jinping ha inviato una lettera di congratulazioni, auspicando che le due parti costituiscano una più stretta comunità sino-africana dal futuro condiviso, aderendo ai principi di condivisione, cooperazione e discussione congiunta. A partire da giovedì 27 giugno, si terrà a Changsha la prima Expo sino-africana in materia di economia e commercio, con l’obiettivo di discutere e promuovere concretamente il nuovo percorso e le nuove misure relative alla cooperazione economico-commerciale tra Cina e Africa. La cooperazione sino-africana a tutti i livelli ha registrato una notevole accelerazione dopo il Vertice di Beijing. Da allora sono già stati conseguiti una serie di risultati. Ad esempio, la Cina e l’Africa hanno tenuto con successo il “Dialogue on the Implementation of China-Africa Peace and Security Initiative”; la Cina ha istituito un think tank per gli studi sull’Africa a livello nazionale (l’Istituto di ricerca sull’Africa); la Cina e i Paesi africani hanno concordato di realizzare oltre 880 progetti di cooperazione nei prossimi tre anni… Ciò dimostra pienamente che la cooperazione sino-africana procede con grande slancio e ampi margini. Il rafforzamento della cooperazione tra Cina e Africa soddisfa i principi di mutuo vantaggio e win-win. L’anno scorso, l’interscambio commerciale bilaterale ha raggiunto quota 204,2 miliardi di dollari, registrando un incremento su base annua del 20%. La Repubblica Popolare è il principale partner commerciale dell’Africa da dieci anni a questa parte. Al momento, 40 Paesi africani e la Commissione dell’Unione Africana hanno firmato con la Cina il documento di cooperazione sulla “One Belt, One Road”. Inoltre, i leader del Kenya, del Ruanda e di altri Paesi hanno smentito le calunnie e le maldicenze sulla cosiddetta “trappola del debito cinese in Africa”. Attualmente, l’Unione Africana ha definito l’Agenda 2063, e sta partendo la costruzione di una zona di libero scambio del continente africano che copre oltre 50 Paesi africani. Il potenziale di sviluppo dell’Africa ha attirato l’attenzione di tutto il mondo. In questo contesto, l’iniziativa cinese “One Belt, One Road” si sta integrando efficacemente con la strategia di sviluppo dell’Unione Africana e dei Paesi africani e con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, con un impatto di vasta portata per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione della povertà e la promozione della crescita economica a livello mondiale.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *