Home

Soltanto un ambiente sicuro e amichevole può attrarre turisti cinesi

4 Giugno 2019 News Orient Express


Il 4 giugno il Ministero degli Esteri cinese ha pubblicato un avvertimento preventivo sulla sicurezza dei viaggi negli Usa, in cui ha affermato che in considerazione del fatto che  recentemente gli organi d’applicazione della legge statunitensi hanno ripetutamente assillato i cittadini cinesi diretti nel Paese, interrogandoli al momento dell’ ingresso e dell’uscita dal territorio americano e facendo appuntamenti per incontrarli al loro luogo di alloggio,  si ricorda ai cittadini cinesi che viaggiano negli Usa e alle istituzioni a capitale cinese che operano nel Paese di intensificare la coscienza di sicurezza. Anche il Ministero della Cultura e del Turismo cinese ha pubblicato un avvertimento di sicurezza per i viaggi turistici negli Usa dal momento che recentemente si sono verificati ripetutamente casi di sparatorie, rapine e furti, ricordando ai turisti cinesi di valutare appieno i rischi di viaggiare nel Paese e fare decisioni prudenti in merito.

Ambedue i suddetti avvertimenti scadono alla fine di quest’anno e dimostrano che negli Usa, una delle principali destinazioni estere dei cittadini cinesi, le circostanze di pubblica sicurezza stanno peggiorando e i rischi turistici sono in continuo aumento.

In seguito al continuo ampliamento dell’apertura all’estero ed all’upgrading del consumo, sempre più cinesi vanno all’estero per lavoro e turismo. Tuttavia, in Usa, una delle destinazioni principali dei turisti cinesi che vanno all’estero, l’anno scorso i turisti cinesi accolti si sono ridotti del 5,7% su base annua, giungendo a meno di 3 milioni e creando il primo calo negli ultimi 15 anni. Il motivo dietro ciò è il continuo peggioramento dell’ambiente di sicurezza negli Usa.

Va tenuto conto che quest’anno negli Usa si sono verificati diversi casi in cui i cittadini cinesi sono stati vittime di rapine e furti, nonché un centinaio di incidenti di sparatoria. Il primo giugno nello Stato di Virginia si è verificata una sparatoria che ha causato la morte di 13 persone, non solo provocando grave panico nella società americana, ma provando anche il fatto che gli Usa sono uno dei paesi con il tasso di criminalità più alto.

Al contempo, la direttività e la discriminazione nell’applicazione della legge da parte statunitense appaiono ancora più evidenti. Sulla base di obiettivi politici personali, alcuni politici americani stanno diffamando e attaccando la Cina, dando dimostrazione di forte discriminazione e pregiudizio.

In tale contesto, i dipartimenti interessati cinesi hanno rilasciato un annuncio di sicurezza, un atto indispensabile in risposta all’attuale peggioramento dell’ambiente di pubblica sicurezza, al continuo elevamento dei rischi turistici e l’ancor più evidente direttività e discriminazione nell’applicazione della legge.

Stando alle previsioni statunitensi, quest’anno i turisti cinesi negli Usa giungeranno a 3milioni e 300 mila, e nel 2023 a 4milioni e 100mila persone. Tuttavia in base alla situazione attuale si teme che tale obiettivo difficilmente possa essere raggiungibile. Per evitare di perdere i turisti cinesi, l’industria del turismo statunitense si sta impegnando molto, assumendo impiegati che parlano cinese, fornendo colazioni a base di cucina cinese, distribuendo brochure turistiche in cinese e attuando una serie di servizi orientati per “salvarsi”, che tuttavia difficilmente riescono a neutralizzare le misure estreme volte alla Cina prese da alcuni politici statunitensi. Secondo l’analisi di un istituto di ricerca sul turismo spagnolo, a causa dell’indebolirsi della volontà di viaggiare negli Stati Uniti da parte dei cinesi, nel 2018 il turismo americano ha avuto una perdita di oltre 500 milioni di USD.

A partire dell’allacciamento delle relazioni diplomatiche sino-americane 40 anni fa, la parte cinese ha sempre promosso positivamente la comunicazione e la cooperazione culturali sino-americane, ritenendo che ciò non solo corrisponda agli interessi congiunti bilaterali, ma anche alla volontà congiunta dei due popoli.

L’annuncio sui rischi rilasciato dalla parte cinese dovrebbe risuonare come una sveglia per la parte americana, portandola a migliorare al più presto l’ambiente di sicurezza e garantire i diritti e gli interessi legali dei turisti cinesi negli Usa, fornendo convenienza al personale di entrambe le parti. Solo con un miglioramento dell’ambiente di sicurezza gli Stati Uniti potranno essere in grado di attrarre più turisti cinesi.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *