Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • La grande diffusione del “XINWEN LIANBO” mostra che la fiducia ha fatto passi avanti

La grande diffusione del “XINWEN LIANBO” mostra che la fiducia ha fatto passi avanti

15 Maggio 2019 News Orient Express


La sera del 13 maggio, la trasmissione “XINWEN LIANBO” di China Media Group è stata ampiamente diffusa e seguita con interesse dagli utenti di Internet.

Il contenuto della trasmissione, che ha parlato della tirannia commerciale degli Stati Uniti, ha nuovamente chiarito la posizione della Cina: se Washington vorrà trattare Beijing terrà la porta aperta ma se vorrà la guerra, la Cina combatterà fino alla fine. Diversi internauti hanno definito l’atteggiamento cinese molto forte, potente e grandioso.

L’ampia diffusione del “XINWEN LIANBO” mostra la fiducia che la Cina nutre nei confronti di sé stessa e che il Paese non potrà cadere essere vittima di atti di bullismo.

Di fronte alle fortissime pressioni esercitate dagli Stati Uniti, la Cina ha espresso chiaramente che non farà concessioni sui suoi interessi fondamentali e su questioni di principio, e che nessun Paese potrà far ingoiare alla Cina la pillola amara che danneggerà la sua stessa sovranità; tuttavia il Paese continuerà a tenere aperta la porta al negoziato. Nonostante tale posizione della Cina sia stata sottolineata molte volte, essa ha questa volta avuto un’eco ancora maggiore grazie alla piattaforma fornita da “XINWEN LIANBO” e alla forte voce del conduttore.

Anche l’arena dell’opinione pubblica è un campo di battaglia e la Cina ha nuovamente dichiarato al momento adatto la propria posizione attraverso la piattaforma più autorevole. Tale posizione è stata resa ben chiara a tutta la comunità internazionale, inclusi il governo e il popolo degli Stati Uniti. Allo stesso tempo, la posizione della Cina ha attirato grande appoggio da parte degli utenti di Internet a dimostrazione che il Paese può riscuotere sostegno di fronte all’atteggiamento tirannico degli Usa, spingendolo a non accettare richieste irragionevoli.

“Bagno di sangue” sul mercato azionario americano, il negoziato è l’unica scelta, la cooperazione l’unico canale

Il giorno 13 la Cina ha reso pubbliche le misure in risposta ai nuovi dazi doganali imposti dagli Stati Uniti. Questa notizia ha provocato turbolenze sul mercato finanziario globale. Tre indici azionari Usa hanno registrato un calo diffuso, e tra questi il Dow Jones è sceso di oltre 600 punti. Tutti questi fatti provano sufficientemente che una guerra commerciale non fa bene alla Cina, né agli Usa né al resto del mondo. Per questo i negoziati sono l’unica strada percorribile attraverso l’unico canale, quello della cooperazione.

Lavorare sodo è la migliore risposta alla tirannia americana

Anche se dall’anno scorso ad oggi si sono tenuti 11 turni di negoziati economico-commerciali tra Cina e Usa, questo lungo processo mostra la grande difficoltà di raggiungere un accordo.

Dobbiamo affrontare le questioni attuali nel modo giusto, offrire maggiore sostegno alle imprese che a loro volta forniscono beni e occupazione. Se esistono le imprese, ci sarà occupazione e speranza.

Dobbiamo migliorare ulteriormente l’ambiente commerciale in Cina, rendendolo più competitivo, ampliando il mercato interno e rendendolo più attraente per le imprese straniere.

Infine, dobbiamo lavorare sodo e fare in modo che gli Stati Uniti sappiano che di fronte all’aumento dei dazi doganali, la competitività cinese non potrà essere danneggiata. Il livello d’innovazione tecnico-scientifica della Cina continua a seguire una tendenza di crescita stabile e questa è la migliore risposta che il Paese può offrire alla tirannia americana.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *