Home

Xi Jinping: “le diverse civiltà rendono il mondo più variopinto”

13 Maggio 2019 News Orient Express


Cinque anni fa il presidente cinese Xi Jinping si è recato per la prima volta in visita alla sede generale dell’UNESCO, dove ha pronunciato un discorso. “Ho visitato molti luoghi del mondo”, ha detto il presidente, “e la cosa che apprezzo di più in questo processo è conoscere le civiltà dei cinque continenti”. Nei cinque anni passati, Xi Jinping ha parlato in diverse occasioni dell’atteggiamento della Cina nei confronti delle diverse civiltà. Cinque anni dopo, a maggio 2019, si terrà a Beijing la “Conference on Dialogue of Asian Civilization”, che attirerà oltre 2000 rappresentanti di governi e popoli di 47 Paesi asiatici e di altre nazioni al di fuori dell’Asia. Qual è il motivo per cui il leader supremo cinese dà molta importanza al tema dello sviluppo civile e perché ha lanciato questa conferenza internazionale per il dialogo tra le civiltà? Dalle sue parole è possibile trovare la risposta a questa domanda:

-Vi sono nel mondo oltre 200 Paesi e regioni e più di 2500 nazioni e religioni. Diverse storie, condizioni nazionali, nazioni e usanze hanno dato origine a diverse civiltà che hanno reso il nostro mondo più variopinto.

– Le diverse civiltà umane hanno tutte uguale valore e possiedono i loro tratti caratteristici. Non esistono civiltà perfette, né altre senza alcun punto di forza. Tutte hanno pari dignità e nessuna di loro può essere considerata più alta o più buona in assoluto.

-Le differenze esistenti tra le civiltà non devono essere l’origine di conflitti tra i diversi Paesi del mondo, ma devono divenire una forza che traina il progresso civile dell’umanità.

La storia ci ha insegnato che solo gli scambi e l’apprendimento reciproco possono dare pieno impulso allo sviluppo civile. Fino a che insisteremo sullo spirito inclusivo non vi saranno “scontri di civiltà” e sarà possibile vivere in modo più armonioso.

– Gli scambi rendono le civiltà più variopinte e ricche grazie all’apprendimento reciproco che costituisce anche un’importante forza motrice per promuovere lo sviluppo dell’umanità e della pace in tutto il mondo.

– L’iniziativa di tenere la Conference on Dialogue of Asian Civilization avanzata dalla Cina ha l’obiettivo di rafforzare gli scambi tra personalità di diversi settori come quelli dei gruppi giovanili, delle organizzazioni non governative, di quelle locali e dei media, e per creare una rete di scambi e cooperazione tra think-tank. In questo modo sarà possibile aiutare i popoli asiatici a godere di una vita più ricca non solo dal punto di vista materiale e conferire maggiore dinamismo alla cooperazione regionale.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *