Home

Il verdetto del WTO contro la Cina non è una vittoria per nessuno

20 Aprile 2019 Uncategorized


In merito alla causa per la risoluzione delle controversie proposta a dicembre 2016 dagli Stati Uniti contro la Cina sulle misure di gestione dei contingenti tariffari per grano, riso e mais, giovedì 18 aprile l’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) ha annunciato i risultati del verdetto. In accordo a quanto deciso le azioni della Cina non sono state trasparenti e sono contrarie agli impegni presi al momento della sua adesione all’organizzazione. Allo stesso tempo il WTO ha respinto la richiesta Usa secondo cui la Cina dovrebbe avere l’obbligo di pubblicare i dettagli dell’assegnazione delle quote e della ridistribuzione.

A proposito degli attriti commerciali con gli altri membri del WTO, la Cina ha sempre sostenuto un’adeguata soluzione in seno all’organizzazione stessa attraverso il meccanismo per la composizione delle controversie, sia difendendo i propri interessi commerciali che l’autorità delle regole del WTO, rispondendo attivamente alle denunce degli altri membri tuttavia nel completo rispetto dei verdetti decisi dall’organizzazione.

È importante notare che il verdetto del WTO su questo caso di controversia agricola tra Cina e Stati Uniti ha sottolineato il suo importante ruolo nella salvaguardia delle regole commerciali multilaterali, piuttosto che la vittoria di una determinata parte.

Il sistema commerciale multilaterale con al centro il WTO ha svolto un ruolo essenziale nella promozione dello sviluppo del commercio in tutto il mondo e nella creazione di un’economia mondiale aperta. Vale la pena menzionare che l’attuale meccanismo di risoluzione delle controversie del WTO è stato gravemente danneggiato dall’unilateralismo e dal protezionismo degli Stati Uniti. Alcuni esperti hanno ammonito che con questo tipo di risultato la governance del commercio globale tornerà indietro di 20 anni.

La Cina coglierà l’occasione per risolvere le controversie commerciali con gli altri membri del WTO, adeguerà e migliorerà costantemente le azioni da adottare in questo senso, e migliorerà la sua capacità di adempiere agli impegni. In questo processo, la Cina anche discuterà ampiamente con i vari membri per promuovere insieme la riforma del WTO ed innalzare il suo livello di autorevolezza ed efficacia con l’obiettivo di salvaguardare al meglio il libero scambio e il sistema i commercio multilaterale.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *