Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Inseriti nell’indice BBGA i titoli di Stato cinesi, le ragioni dell’ottimismo dei capitali internazionali per la Cina

Inseriti nell’indice BBGA i titoli di Stato cinesi, le ragioni dell’ottimismo dei capitali internazionali per la Cina

8 Aprile 2019 News Orient Express


Proprio in aprile, i titoli di Stato cinesi e le obbligazioni delle banche politiche cinesi in Renminbi sono stati recentemente inclusi nell’Indice Bloomberg Barclays Global Aggregate (BBGA). L’inclusione di obbligazioni cinesi in questo indice significa che gli investitori che seguono l’indice possono investire in obbligazioni RMB con riferimento alla distribuzione di fondi a varie risorse dell’indice, condurrà di conseguenza più fondi attivi e passivi di fluire nel mercato obbligazionario cinese. Pertanto, alcuni analisti affermano che l’inclusione dei titoli cinesi nell’indice BBGA implica un “voto di ficucia” dato dai capitali internazionali all’apertura finanziaria della Cina.

Prima di tutto, l’internazionalizzazione della moneta cinese presenta attualmente una tendenza del progresso stabile. L’inserimento nell’indice BBGA di 364 obbligazioni in Reminbi onshore è il risultato del continuo avanzamento dell’internazionalizzazione del RMB.

In secondo luogo, il mercato obbligazionario cinese è competitivo a livello globale sia in termini della sua dimensione che alla redditività. A partire dalla fine di febbraio 2019, il saldo obbligazionario del mercato cinese era di circa 13 trilioni di USD, rendendo il mercato obbligazionario cinese il terzo più grande nel mondo subito dopo quello americano e giapponese.

Per quanto riguarda il tasso di rendimento. I rendimenti dei buoni del tesoro decennali cinesi sono superiori a quelli degli Stati Uniti, della Germania e del Giappone, e sono più alti di altre economie con rating del credito simili alla Cina.

Il mercato obbligazionario cinese è sempre più maturo nell’espansione. L’anno scorso, gli investitori stranieri hanno acquistato principalmente i titoli del tesoro nel mercato cinese. Nel 2019, la percentuale dell’acquisto dei titoli emessi dalle banche governative cinesi ha visto un’ascesa. Da gennaio a febbraio, il volume dell’acquisto dei titoli emessi dalle banche di politiche da parte degli investitori stranieri è pari a sei volte la dimensione dello stesso periodo dello scorso anno.

Ancora più importante, la continua pubblicazione delle nuove politiche di apertura del mercato finanziario cinese fornisce maggiore certezza e prevedibilità agli investitori stranieri. Dal 2014, il governo cinese ha attivato uno dopo l’altro i canali di investimenti tra il “Shanghai-Hongkong Stock Connect” “Shenzhen-Hongkong Stock Connect ” “Bond Connect”. L’anno scorso, il mercato azionario cinese è stato incluso nell’indice dei mercati mergenti della MSCI: L’apertura del mercato finanziario della Cina avanza determinato e potente.

Il mercato con i capitali sempre in flusso sarà un mercato dinamico. Nel suo discorso del Capodanno 2019, il Presidente cinese Xi Jinping ha detto che la Cina, un paese in continuo flusso, è pieno del vigore dello sviluppo. L’ulteriore apertura del mercato obbligazionario cinese inietterà senza dubbio un nuovo slancio alla promozione della diversificazione dei beni globali e alla garanzia di uno sviluppo sano e ordinato dell’economia globale.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *