Home

La visita in tre punti

1 Aprile 2019 News Orient Express


Italia, Principato di Monaco e Francia: il primo viaggio all’estero del 2019.

La missione diplomatica può essere riassunta in tre punti.

Primo: attività legate agli affari di Stato

Peng Liyuan ha accompagnato Xi Jinping durante le attività organizzate in occasione della visita, come la cerimonia di benvenuto, i discorsi, il banchetto di benvenuto, gli incontri in forma ristretta, la cerimonia di fine visita.

Presenziando agli eventi in veste “famigliare”, piuttosto che come capi di Stato seduti davanti a un tavolo, l’atmosfera diventa più leggera, ed è anche più facile comunicare apertamente.

Consideriamo, ad esempio, la Francia.

Qui è a Nizza. Emmanuel Macron e sua moglie non vedevano l’ora di incontrarsi con Xi Jinping e Peng Liyuan il giorno dopo a Parigi. Alla fine della settimana hanno raggiunto la capitale francese con l’aereo.

Una cerimonia di benvenuto sotto l’Arco di Trionfo è cosa rara. In molti si sono trattenuti per guardare l’intera cerimonia, nonostante il vento pungente.

Parigi, banchetto di benvenuto, un’altra discussione profonda.

La cerimonia di fine visita. Usciti dall’ingresso principale, chiacchierano ancora per un po’.

Secondo: beneficenza

 

Peng Liyuan assume due compiti a livello internazionale.

A volte la chiamano “ambasciatrice”: ambasciatrice di buona volontà per la prevenzione di Aids e Tubercolosi dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

A volte la chiamano “inviata speciale”: inviata speciale dell’UNESCO per la promozione dell’istruzione di donne e bambine.

La sede generale dell’UNESCO è a Parigi.

Cinque anni fa, nel mese di marzo 2014, Peng Liyuan ha ricevuto l’incarico di inviata speciale da Irina Bokova. Peng è l’unica cinese ad aver assunto questo incarico.

Tre anni fa, nel mese di novembre 2015, Xi Jinping si è recato a Parigi per presenziare alla Conferenza sui cambiamenti climatici. Nell’arco della stessa giornata, Peng Liyuan, ha visitato, su invito, la sede generale dell’UNESCO.

Qui partecipa nella sede generale all’UNESCO Prize for Girls’ and Women’s Education. Questo premio riceve il sostegno della Cina, con un grande impegno da parte di Peng Liyuan.

Quest’anno ricorre la terza edizione del premio. Peng Liyuan ha incontrato vecchi amici prima dell’evento. In molti hanno parlato della lotta alla povertà e dell’iniziativa “Belt and Road”.

Metà del discorso di Audrey Azoulay ruota attorno all’ambasciatrice Peng.

Siamo veramente felicissimi che Lei sia sempre al nostro fianco. Apprezziamo molto la sua dedizione totale e speriamo anche che il suo impegno possa spingere ancora più persone a sostenere l’istruzione di donne e bambine nel mondo.

Lei è un’artista, figlia di un insegnante. Lei insegna anche musica. Perciò, il suo arrivo alla sede dell’UNESCO significa un ritorno a casa.

Terzo: arte e cultura

 

Vista la professione della dott.ssa Peng, i Paesi che la ospitano vogliono sempre organizzare iniziative culturali e artistiche. Dopo tutto, è sempre un’opportunità preziosa poter avere uno scambio di vedute con una “famosa artista di canto d’Oriente” e ottenere qualche suo commento.

Durante le visite, si vedono sempre scene di questo tipo:

Gli artisti stranieri amano cantare le sue canzoni, ma una volta che si trovano di fronte a Peng, diventano inevitabilmente un po’ nervosi;

Durante le esibizioni, i leader stranieri osservavano con attenzione le espressioni di Peng e, al termine degli spettacoli, sperano di avere qualche suo feedback.

Italia, Principato di Monaco e Francia si sono impegnati molto sul lato organizzativo.

Al Palazzo Reale di Monaco, la principessa Charlène Wittstock ha invitato appositamente un violinista di origine cinese. In più, per creare un’atmosfera familiare, ha chiamato anche dei bambini e i due figli Gabriella e Jacques.

Guarda questo piccolo ascoltatore “incantato”.

Subito dopo il concerto, Jacques è immediatamente tornato vivace e, vedendo la mamma baciare la dott.ssa Peng sulla guancia, è corso anche lui a baciarla, gridando “One more time!”.

In Italia, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha organizzato un piccolo concerto, invitando anche un famosissimo cantante, Andrea Bocelli, che ha cantato “O sole mio” e “Nessun dorma”.

Il Teatro dell’Opera di Parigi è un luogo dove l’arte non mantiene mai un “basso profilo”.

Un gruppo di giornalisti stranieri ha gridato: “Signore, guardate su!”

La dottoressa Peng ha detto: “In questo momento non possiamo alzare lo sguardo, dobbiamo guardare i gradini”.

La signora Brigitte l’ha capita al volo e le due signore si sono scambiate un sorriso.

Quando diversi artisti si incontrano, parlano sempre del loro settore. La dottoressa Peng conosce l’opera. Quando il Teatro Nazionale di Vienna volle mettere in scena l’opera cinese “Overture”, questo fatto suscitò grande attenzione tra gli artisti occidentali.

“Un attore non deve prestare attenzione solo agli esercizi sulla voce, ma deve anche riuscire a entrare nel ruolo del protagonista”, ha detto Peng Liyuan.

La moda è un’arte e un linguaggio. Dalle sue visite in Spagna e in Portogallo dell’anno scorso, alla visita in Italia di quest’anno, i media stranieri hanno sempre apprezzato il gusto di Peng Liyuan in fatto di moda.

In un articolo pubblicato sulla versione italiana dell’Huffington Post è stato scritto che a lei piace molto indossare vestiti “Chinese-designed” e “Made in China”.

Un sito web europeo ha affermato che i vestiti della dottoressa Peng non solo riflettono la cultura tradizionale cinese, ma mostrano anche la sua bellezza e il coraggio e il desiderio delle donne moderne.

Un altro mezzo di informazione ha affermato che l’eleganza e il fascino della dottoressa Peng hanno fatto sistemare lo sguardo mondiale.

Sistemare? Il software di traduzione ha fatto del proprio meglio.

C’è anche un altro momento importante in questa visita.

Sei anni fa, quando il presidente cinese Xi Jinping dava inizio alla sua prima visita di Stato, in Russia. Questa foto è stata pubblicata su tanti media in tutto il mondo. Quando loro erano ancora nell’aeroporto di Mosca, i vestiti e le borse dello stesso modello di quelli indossati da Xi e Peng erano già in vendita online.

Era il 22 marzo 2013.

Dopo 6 anni, il 22 marzo del 2019, ora di Beijing, Xi Jinping e Peng Liyuan sono arrivati a Roma.

How time flies!

Questa “Coppia nazionale” è già conosciuta in tutto il mondo. I media stranieri utilizzano parole come “stile orientale” o “maniere da grande Paese” per descrivere la coppia. I media stranieri non risparmiano mai spazio per mostrare le loro foto.

Il presidente cinese Xi Jinping e sua moglie Peng Liyuan sono rimasti svegli fino a tardi, hanno viaggiato a lungo, hanno lavorato sodo insieme per la Cina.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *