Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Xi Jinping elogia gli imprenditori del Fujian: nell’economia reale serve impegnarsi con i piedi per terra

Xi Jinping elogia gli imprenditori del Fujian: nell’economia reale serve impegnarsi con i piedi per terra

10 Marzo 2019 News Orient Express


Il 19 marzo presso il luogo di delibera della delegazione della provincia del Fujian dell’APN, Xi Jinping ha valutato altamente un imprenditore privato che si occupa di economia reale.

Si chiama Ding Shizhong, è deputato dell’APN e responsabile di ANTA, azienda di articoli sportivi dal valore di mercato al terzo posto a livello globale. Ding Shizhong ha detto a Xi Jinping che le aziende private del Fujian persistono nell’impegnarsi nell’economia reale e nella promozione dell’innovazione e dello sviluppo. Nel 2001 il guadagno della sua azienda è stato inferiore a 300 milioni di yuan, e 7 anni dopo ha raggiunto i 24,1 miliardi di yuan. Sentito questo, Xi Jinping ha espresso il proprio apprezzamento, dicendo che fare affari non consiste solo nel guadagnare soldi. Ha affermato che è necessario sviluppare l’economia reale rimanendo con i piedi per terra senza distrazioni, e che tali sono i principi di base in cui gli imprenditori devono insistere.

Il Fujian è una tra le prime province a essersi aperta all’estero nonché una provincia dall’enorme economia privata. Xi Jinping ha affermato lo stesso giorno che bisogna creare un ambiente favorevole per l’innovazione e le startup al fine di attivare al massimo le loro dinamiche in tutta la società e accrescere costantemente l’influenza e la competitività della Cina nel quadro della situazione mondiale caratterizzata da grandi cambiamenti. Ha richiesto in particolare di creare delle condizioni favorevoli per lo sviluppo delle medie e piccole imprese e per i giovani. Ha affermato che occorre risolvere i problemi sistematici rilevanti che impediscono l’innovazione, le startup e la creazione, e attuare varie politiche e misure che incoraggino, conducano e sostengano lo sviluppo dell’economia privata per creare un ambiente di sviluppo equo, trasparente e legalizzato per le imprese di tutti i tipi i proprietà.

Xi Jinping ha lavorato per 17 anni nella provincia del Fujian ed ha gande familiarità con la situazione di Taiwan. A partire dalla convocazione del 18esimo Congresso Nazionale del PCC, ha pronunciato diversi discorsi in merito a Taiwan nel corso degli incontri delle personalità di Taiwan e in molte altre occasioni, divenuti oggetto di grande attenzione da parte del mondo esterno. Il 10 marzo, Xi Jinping ha partecipato alla delibera e discussione della delegazione della provincia del Fujian, nel corso della quale ha affermato che si deve esplorare una nuova via di sviluppo integrato per le due sponde dello Stretto di Taiwan, impegnarsi per promuovere la cooperazione economica e commerciale senza barriere, il collegamento e l’interazione delle infrastrutture, l’interconnessione dell’energia e delle risorse e la realizzazione di standard comuni.

Quest’anno ricorre il 40esimo anniversario della pubblicazione del Messaggio ai compatrioti di Taiwan. Nel corso della conferenza di commemorazione tenuta a inizio anno ha sottolineato che si deve approfondire lo sviluppo integrato tra le due sponde dello Stretto di Taiwan e consolidare la base dell’unificazione pacifica. Ha affermato che continuerà a condividere le occasioni di sviluppo con i compatrioti di Taiwan per permettere a tutti di poter provare maggior senso di appagamento. Il 10 marzo ha nuovamente ribadito che si devono attuare misure a favore dei compatrioti di Taiwan, ascoltando al contempo le loro voci e impegnandosi nell’emanare politiche e misure a favore di Taiwan e ai compatrioti di Taiwan.

Il Fujian è una tra le più famose vecchie zone rivoluzionarie in Cina. Durante gli anni della guerra del secolo scorso, le vecchie zone rivoluzionarie sono state basi rivoluzionarie create dal Partito Comunista Cinese ed hanno contribuito straordinariamente alla fondazione della nuova Cina. Tuttavia a causa di vincoli dovuti all’ambiente naturale e ad altri fattori, lo sviluppo economico e sociale delle vecchie zone rivoluzionarie della Cina è rimasto relativamente arretrato. A partire dal XVIII Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese, Xi Jinping ha visitato e ispezionato più volte le vecchie zone rivoluzionarie. La vita delle popolo del luogo è sempre stata nel cuore del leader supremo cinese, che ha ripetutamente affermato “dobbiamo permettere alla gente delle vecchie zone rivoluzionarie di vivere una vita più felice e più bella” e “accelerare lo sviluppo delle vecchie zone rivoluzionarie in modo che il popolo di queste zone possa condividere i frutti della riforma e dello sviluppo”.

Prendendo parte all’esame insieme ai rappresentanti della provincia del Fujian nel corso della seconda sessione della 13esima APN, Xi Jinping ha affermato che il 2019 ricorre il 70esimo anniversario della fondazione della nuova Cina e che non bisogna dimenticare il popolo delle vecchie zone rivoluzionarie né lasciare alcuna vecchia zona rivoluzionaria indietro durante la costruzione completa della società moderatamente benestante.

 

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *