Home

La Cina è in movimento: nuova vitalità per tutto il mondo 

9 Febbraio 2019 News Orient Express


Negli ultimi giorni il capodanno lunare cinese è stato citato molte volte su diversi media stranieri che hanno parlato degli auguri per la Festa della Primavera inviati dai leader di diversi Paesi, del “Rosso cinese” presente su famosi edifici simbolo in tutto il mondo, della Serata di gala di China Media Group – trasmessa da oltre 200 emittenti radiofoniche e televisive a livello globale – e dell’atmosfera di festa per il capodanno lunare durante le partite dell’NBA.

Il premier danese Lars Loekke Rasmussen ha affermato che, secondo la tradizione, l’Anno del Maiale favorisce gli investimenti e i guadagni, e che il suo Paese desidera continuare a promuovere gli investimenti e gli scambi commerciali con la Cina all’insegna del mutuo beneficio.

La Festa della Primavera non solo presenta a tutto il mondo un aspetto importante della cultura tradizionale cinese – secondo cui i cinesi cercano l’armonia, l’unione e la gioia – ma è anche divenuta un anello che favorisce gli scambi tra la seconda economia del mondo e gli altri Paesi. Nel 2018 il PIL cinese ha superato per la prima volta i 9 miliardi di yuan, con un reddito disponibile pro capite che ha raggiunto quota 28 mila 228 yuan e un aumento reale del 6,5%. I cinesi hanno il portafoglio pieno, sono felici con un rafforzato senso di conquista e di sicurezza, e di nuovo hanno scelto il viaggio all’estero come uno dei modi per trascorrere le vacanze della Festa della Primavera.

Senza dubbio, in un contesto di debolezza della ripresa economica mondiale, il turismo è una delle forze motrici maggiormente in grado di trainare la crescita e lo sviluppo dell’economia in tutto il globo. Il 2018 ha segnato un nuovo record per il numero di viaggiatori in tutto il mondo – cui la Cina ha contribuito in modo decisivo – e che ha raggiunto quota 1,4 miliardi. Nel 2014 i viaggi al di fuori del continente cinese hanno per la prima volta raggiunto 100 milioni, mentre nel 2018 sono stati ben 140 milioni.

Secondo quanto previsto dagli enti turistici del Paese, al termine delle vacanze per la Festa della Primavera 2019 saranno circa 7 milioni i viaggi all’estero e fuori la Cina continentale, con un aumento del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tra le mete preferite ci sono Thailandia, Giappone e Indonesia.

La Cina è inoltre uno dei mercati turistici dal maggior potenziale a livello globale. Nel rapporto di valutazione del WTTC (World Tourism & Travel Council) sull’influenza turistica ed economica di 72 città del mondo, Beijing, Shanghai e Shenzhen si sono attestate tra i primi dieci mercati turistici globali. Tra le varie misure adottate dalla Cina per elevare il suo livello di apertura all’estero, il turismo gioca un ruolo di assoluta importanza. In questo senso, a partire dal primo luglio 2018 sono state promosse in 17 province e municipalità come Beijing nuove misure di apertura a beneficio dell’industria turistica, tra cui il visto per cure mediche e l’esenzione di visto per 144 ore (6 giorni e 6 notti) per la visita in alcune regioni del Paese.

 


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *