Home

Cina, sonda Chang’e 4 giunta sulla faccia nascosta della Luna

3 Gennaio 2019 News Orient Express


Alle 10:26 del 3 gennaio la sonda cinese Chang’e 4 è giunta sulla faccia nascosta della Luna, da cui ha trasmesso le prime foto attraverso il satellite per le telecomunicazioni Queqiao. Si tratta di una nuova visita” della sonda cinese sulla Luna dopo quella del 2013 e che fece della Cina il primo Paese ad aver eseguito l’allunaggio morbido di una propria sonda.

L’8 dicembre, la Chang’e 4 è stata lanciata dalcosmodromo di Xichang, in Cina, da dove ha iniziato il suo viaggio verso la Luna.

Secondo quanto riferito da Ye Peijian, scienziato aerospaziale a capo del progetto Chang’e 4, l’allunaggio morbido costituisce già in sél’obiettivo scientifico più importante dellamissione.

La struttura della Chang’e 4 è in linea di massima uguale a quella della Chang’e 3, maviste le differenti caratteristiche della nuova missione gli scienziati cinesi hanno apportato delle modifiche per consentire un allunaggio morbido, il primo di una sonda terrestre sulla faccia nascosta della Luna. In seguito la sonda studierà in modo completo e scientifico le informazioni riguardanti le risorse presenti sulla Luna e le sue caratteristiche geologiche portando nuove conoscenze all’umanità.

Con il successo dell’allunamento della Chang’e 4, il progetto cinese di esplorazione lunare ha focalizzato l’attenzione del mondo. Sin dal lancio della Chang’e 1, nel 2007, la Cina ha inviato 4 sonde sulla Luna. Con le prime tre, sono stati realizzati i primi due passi, ossia invio in orbita” e “allunaggio, in seguito sarà eseguito il terzo passo, il “ritorno”. Grazie a queste missioni è stato possibile terminare lamappatura completa della Luna insieme algrafico tridimensionale della sua superficie; poi è stata condotta l’esplorazione dello spazio intorno all’orbita lunare e lo studio degli elementi chimici presenti sul suolo.

La Luna è il primo trampolino dell’umanità verso lo spazio; la sonda Chang’e 4 rappresenta l’ultima missione in cui l’uomo ha posato i piedisu questo trampolino e l’impegno profuso dalla Cina per creare una comunità umana dal futuro condiviso.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *