Home

Cina: ‘Taiwan non può mancare al processo di rinascita della nazione’

2 Gennaio 2019 News Orient Express


Il 2 gennaio il capo di Stato cinese, Xi Jinping, è intervenuto alla conferenza per commemorare il 40esimo anniversario della pubblicazione del “Messaggio ai compatrioti di Taiwan”. Nel suo discorso Xi Jinping ha rievocato il processo di sviluppo delle relazioni tra le “Due sponde dello Stretto” nei 70 anni passati, e ha presentato una proposta politica in 5 punti per promuovere lo sviluppo pacifico delle relazioni tra la Cina continentale e Taiwan e l’unificazione pacifica del Paese. Xi Jinping ha sottolineato che è necessario per la Cina essere unita, che questo avverrà sicuramente e che Taiwan non potrà mancare al processo di rinascita che interessa tutta la nazione. Secondo quanto detto dal presidente cinese, l’unificazione della Cina porterà maggiori opportunità di sviluppo anche agli altri Paesi del mondo.

Le parole di Xi Jinping sono state sincere, hanno espresso la volontà di giungere ad una unificazione pacifica della Cina e al contempo hanno inviato un chiaro segnale ai pochi separatisti fautori dell’ “indipendenza” e a tutte le forze che cercano di influenzare la situazione dell’esterno. Il capo di Stato cinese ha mostrato la determinazione del Partito e del governo della Cina a difendere la sovranità e l’integrità territoriale della nazione e ha proposto un orientamento da seguire per consentire l’unificazione del Paese in questa nuova era.

Nel suo intervento, Xi Jinping ha rievocato i progressi compiuti in 70 anni nel corso dei negoziati condotti sulla base dei tre comunicati congiunti e del “Consenso 1992” e ha avanzato delle proposte politiche per risolvere in modo pacifico la questione di Taiwan, parlando del sostegno della comunità internazionale e della lotta all’ “indipendenza” e ai separatisti. Il capo di Stato cinese ha ricordato i “due punti” che non potranno essere cambiati da nessuno: “Taiwan è parte integrante della Cina” – fatto provato dalla storia, secondo cui le due sponde dello Stretto appartengono allo stesso Paese – e “gli abitanti della Cina continentale e di Taiwan sono cinesi” – per questo motivo essi condividono la stessa identità nazionale. Xi Jinping ha poi parlato delle “due onde” che non potranno essere fermate: “l’avanzamento della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan” e “lo sviluppo delle relazioni tra le due Sponde dello stretto”. Il presidente cinese ha aggiunto che la Cina continua a seguire la “storica tendenza” al rafforzamento, alla rinascita nazionale e all’unificazione delle due Sponde e che l’esperienza accumulata nel corso di 70 anni di negoziati illuminerà la strada per giungere ad una soluzione del problema di Taiwan e alla rinascita della nazione cinese.

Come osservato da Xi Jinping, il futuro del Taiwan dipenderà dall’unificazione del Paese, come anche il benessere dei compatrioti che abitano sull’isola. Il presidente ha concluso dicendo il problema di Taiwan è stato provocato da una situazione di debolezza e che sarà certamente risolto grazie alla rinascita del Paese.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *