Home

Cina, giro di vite contro la violazione della proprietà intellettuale

27 Dicembre 2018 News Orient Express


Al momento gli organi legislativi cinesi stanno esaminando

la bozza di emendamento della legge sui brevetti, in accordo alla

quale chi violerà la proprietà intellettuale altrui dovrà affrontare conseguenze ancor più gravi. Un mese fa è stato risolto un caso di

violazione di brevetto seguito con grande attenzione dal settore dei “mobile power packs”. L’azienda denunciata per illecito, Shenzhen

Jiedian Technology, è stata condannata a risarcire il suo

accusatore, Shenzhen Laidian Technology, con una somma di 2

milioni di RMB.

L’attuale revisione della legge sui brevetti è la quarta condotta dal 1985, anno della sua entrata in vigore. L’emendamento presenta 6 punti fondamentali: coloro che violano la legge in questione dovranno versare risarcimenti più cospicui per un massimo di 5 milioni di RMB; l’applicazione della legge sui brevetti a livello amministrativo dovrà essere migliorata;l’emendamento prevede esplicitamente che coloro che violano i diritti altrui hanno la responsabilità di fornire come prova il materiale interessato; in caso di mancato impedimento da parte dei fornitori di servizi su Web di atti di violazione dei diritti, tali fornitori saranno considerati corresponsabili; incentivare il rispetto dei diritti di proprietà consentendo all’inventore o al progettista di condividere i profitti portati dall’invenzione; prolungare da 10 a 15 anni il periodo di tutela dei diritti sul brevetto.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *