Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Il “Reciprocal Access to Tibet Act of 2018” diventa legge: nuova ingerenza degli Usa negli affari interni della Cina

Il “Reciprocal Access to Tibet Act of 2018” diventa legge: nuova ingerenza degli Usa negli affari interni della Cina

22 Dicembre 2018 News Orient Express


Di recente, la Casa Bianca ha dato il via libera al “Reciprocal Access to Tibet Act of 2018” approvato dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato Usa: il disegno di legge è così diventato ufficialmente una legge degli Stati Uniti. Trattandosi di un’arrogante interferenza negli affari interni della Cina e di un nuovo trucco escogitato dal Congresso Usa per frenare lo sviluppo della Cina ignorando la realtà dei fatti, viene anche chiamata “Legge sui viaggi paritari in Tibet”.

Secondo questa legge, il governo cinese dovrebbe consentire ai giornalisti, ai diplomatici e ai turisti statunitensi di viaggiare nelle aree tibetane senza alcun vincolo. In caso contrario, i funzionari cinesi che formuleranno determinate politiche, impedendo agli americani di entrare in Tibet, saranno soggetti a restrizioni quando cercheranno di entrare negli Stati Uniti. Tale legge, che sembrerebbe voler consentire agli statunitensi di poter accedere al Tibet con maggiore libertà, riflette la mentalità egemonica degli Stati Uniti che propugnano l’“America First” e il tentativo degli Usa di porre le leggi nazionali al di sopra del diritto internazionale.

La nuova legge americana, che rappresenta solo una scusa accampata dal Congresso Usa, viola i principi fondamentali che regolano gli scambi tra nazioni e risulta anche un’altra arrogante ingerenza negli affari interni della Cina.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *