Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Commento: La Cina aiuta i Paesi insulari del Pacifico meridionale a essere intercettati dal “radar” della politica internazionale

Commento: La Cina aiuta i Paesi insulari del Pacifico meridionale a essere intercettati dal “radar” della politica internazionale

17 Novembre 2018 News Orient Express


Venerdì 16 novembre, il presidente cinese XiJinping, attualmente in Papua Nuova Guinea per una visita di Stato, ha incontrato a Port Moresby i leader dei Paesi insulari del Pacifico con cui la Cina intrattiene relazioni diplomatiche, ha avuto un colloquio collettivo con i leader e i rappresentanti governativi dei vari Paesi e ha proceduto con ognuno di loro a uno scambio di vedute sull’approfondimento delle relazioni bilaterali, aprendo una nuova epoca delle relazioni fra la Repubblica Popolare e i Paesi insulari del Pacifico.

Negli ultimi giorni, per quanto riguarda la visita del presidente Xi Jinping, i media occidentali hanno focalizzato la propria attenzione sull’influenza sempre maggiore della Cina nella regione del Pacifico meridionale. Stando a quanto riportato dall’Associated Press, a Port Moresby le traccelasciate dalla Repubblica Popolare sono dappertutto: strade realizzate mediante l’aiuto della Cina, un centro per le conferenze internazionali, stazioni degli autobus... Nelle varie notizie si legge che le parole e le azioni della Cina hanno mandatoun messaggio convincente ai Paesi del Pacifico meridionale, i quali hanno adesso nuove possibilità di scelta.

Aderendo sempre al principio per cui i Paesi sono uguali indipendentemente dalla loro dimensione e i popoli dei Paesi insulari hanno il diritto di scegliere il proprio percorso di sviluppo, la Cina, entro i limiti delle proprie capacità, fornisce loro un’assistenza sincera senza porre alcuna condizione politica, dando loro ciò di cui hanno più bisogno.

Rispetto ai Paesi occidentali, l’aiuto offerto dalla Cina ai Paesi insulari del Pacifico meridionale ha penetrato ogni aspetto delle relazioni bilaterali. Un impiegato del parlamento papuano ha osservato che la Papua Nuova Guinea è un piccolo Paese con una economica di piccole dimensioni, che prima nonveniva intercettata dal radar della politicainternazionale. Ma grazie al sostegno cinese e alle relazioni con la Cina la situazione è cambiata: attualmente il Paese è “saltato” sul radar” dellapolitica internazionale.

Anche i leader presenti all’incontro si sono convinti che la Cina è un importante partner per i Paesi insulari del Pacifico che può aiutarli a realizzare le prospettive di sviluppo, migliorare il benessere della popolazione e affrontare le sfide globali. Questi leader intendono partecipare attivamente all’iniziativa “Belt and Road. La Cina e i Paesi insulari del Pacifico meridionale sono entrati in una nuova epoca della cooperazione a 360 gradi.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *