Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • CIIE: iniziata la nuova era della “protezione dei diritti di proprietà intellettuale”

CIIE: iniziata la nuova era della “protezione dei diritti di proprietà intellettuale”

8 novembre 2018 News Orient Express


“The Future Is Here”. Questo è lo slogan scelto per la AeroMobil, la prima autovettura al mondo in grado di volare dotata di circa 40 tecnologie brevettate, che è stata presentata alcuni giorni alla CIIE, rendendo questa prima edizione dell’Expo delle importazioni della Cina non affatto ordinaria.

La China International Import Expo è di fatto diventata una sorta di meraviglioso “spettacolo” — in cui le menti incontrano le macchine e l’innovazione è fautrice del cambiamento — dove esibire i risultati raggiunti a livello mondiale nel settore della tecnologia avanzata. Esattamente come ha detto il presidente cinese Xi Jinping nel suo discorso alla cerimonia d’apertura, apportare benefici all’umanità è il più potente motore dell’innovazione tecnologica. Tutti i Paesi devono cogliere le opportunità create dalla nuova fase di rivoluzione tecnologica e industriale, per intensificare la cooperazione nei settori avanzati dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale e della nanotecnologia, inventando insieme nuove tecnologie, nuove industrie, nuovi settori e nuovi modelli.

Durante questa prima edizione della CIIE, sono stati annunciati in totale più di cento nuovi prodotti e tecnologie. Il motivo per cui gli enti di ricerca e i produttori internazionali hanno portato i propri nuovi prodotti all’Expo non è soltanto da ricercarsi nella grandezza del mercato cinese, ma anche negli sforzi compiuti e nei risultati ottenuti dalla Cina in termini di protezione dei diritti di proprietà intellettuale.

Attualmente, l’umanità sta vivendo la sua quarta rivoluzione industriale. La relazione tra protezione dei diritti di proprietà intellettuale e innovazione è sempre più stretta. La Cina è già entrata nelle prime venti posizioni della classifica stilata dalla World Intellectual Property Organization sulla base dell’Indice dell’innovazione globale per l’anno 2018, con l’innovazione che si è già affermata come principale motore dello sviluppo di alta qualità della Cina.

Durante i preparativi per l’Expo, tutti gli espositori internazionali hanno avuto modo di esperire direttamente l’atteggiamento e il comportamento della Cina per quel che concerne la protezione dei diritti di proprietà intellettuale.

I partecipanti internazionali hanno prestato grande attenzione al discorso di Xi Jinping, nel quale il presidente Xi ha promesso di voler creare un ambiente commerciale di livello internazionale menzionando, tra le diverse misure che saranno adottate a tal fine, l’intenzione di “perseguire con risolutezza, in base a quanto stabilito dalla legge, chi viola i diritti e gli interessi legittimi degli imprenditori stranieri, e soprattutto quei comportamenti che violano i diritti di proprietà intellettuale, aumentando la qualità e

l’efficacia dei relativi controlli e introducendo un sistema di compensazione punitiva, al fine di aumentare significativamente i costi per chi viola la legge”.

Martedì 6 novembre, a margine della CIIE, si è tenuta la Conferenza globale sulla protezione dei diritti di proprietà intellettuale e lo sviluppo innovativo. A questo forum hanno partecipato i funzionari governativi, esperti e studiosi, e rappresentanti provenienti da alcune organizzazioni internazionali e da più di 20 Paesi e regioni.

La CIIE, che attualmente è ancora in corso, può essere paragonata a una medaglia a due facce. Da un lato, illumina “il futuro dell’umanità”; dall’altro, dà inizio alla nuova era della “protezione globale dei diritti di proprietà intellettuale”.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *