Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Il futuro della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao sarà migliore di quanto si possa immaginare

Il futuro della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao sarà migliore di quanto si possa immaginare

29 Ottobre 2018 News Orient Express


Uno studente della Hong Kong University of Science and Technology (HKUST) impegnato nella progettazione di un robot che vuole fare un aggiornamento, impiega circa 30 giorni per completarlo. Ma se si mandasse lo stesso robotin una fabbrica di Shenzhen, basterebberosoltanto uno o due giorni. Ha spiegato Li Zexiang, professore del suddetto ateneo.

Nel 2006, Li Zexiang e lo studente Wang Tao hanno creato fondato DJ-Innovations, unazienda che produce droni. Oggi, la DJ-Innovationsdetiene la metà della quota di mercato dellaproduzione di droni. In unintervista Li Zexiangha illustrato che il successo della DJ-Innovationsè proprio “un esempio della combinazione dei vantaggi di Hongkong e Shenzhen”.

L’area della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao, che la Cina sta attualmente costruendo, nasce da questa considerazione. L’area collega 11 città — incluse Hong Kong, Macao e Shenzhen — e, valorizzando appieno le aziende ad alta concentrazione tecnologica del Guangdong all’interno dell’area e l’intera filiera dell’industria manifatturiera della provincia, i moderni e sviluppati settori dei servizi –finanziario, legale e del trasporto marittimo di Hongkong, oltre al valore potenziale del settore dell’intrattenimento e del turismo di Macao, farà in modo che, da un lato, Hong Kong e Macao si integrino meglio alla grande riforma dello sviluppo cinese, dall’altro permetterà all’entroterra di poter elevare il suo livello di apertura verso l’estero attraverso Hong Kong e Macao, dando forma così a un “gigantescoprogetto” di apertura della Cina per la nuova epoca.

L’area della Grande Baia, che ha una popolazione di oltre 68 milioni di abitanti, è una delle aree metropolitane più grandi del mondo. Il suo Pil, che ammonta a mille e 500 miliardi di dollari americani, è pari a quello della Corea del Sud e supera quello australiano. Quest’aera diventerà la quarta base di primo livello per l’innovazione, la tecnologia e la manifatturiera dialto livello al mondo, dopo quelle di New York, San Francisco e dell’Area della Baia di Tokyo.

Il Ponte Hong Kong-Zhuhai-Macao — che di recente è stato ufficialmente aperto al traffico — e la ferrovia ad alta velocità — che verrà aperta alla fine di settembre — rappresentano gli ultimi sforzi compiuti per il collegamento e l’integrazione in quest’area. Dopo l’apertura ufficiale al traffico di questo che è il ponte sul mare più lungo al mondo, per raggiungere Hong Kong da Macao non serviranno più oltre tre ore, come in passato, ma basterà mezz’ora di auto. Con il treno ad alta velocità, la tratta Shenzhen-Hong Kong è percorsa in soli 14 minuti; mentre per quella tra Guangzhou e Hong Kong bastano solo 47 minuti.

I vantaggi derivanti dall’integrazione del Guangdong, di Hong Kong e di Macao sono numerosissimi. Secondo quanto riportato dall’Agenzia Xinhua, dopo l’apertura del ponte sul mare, i turisti dell’entroterra cinese impiegano soltanto circa 10 minuti di auto per arrivare dal ponte al Disneyland di Hongkong, il quale vedrà una nuova fase di prosperità. Disneyland rappresenta, senza dubbio, una di quelle aziende che saranno beneficate dall’integrazione. In qualità di costruttori dell’Area della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao, saranno i residenti di questa zona a godere dei maggiori benefici. Ad esempio, i residenti di Hong Kong e Macao che possiedono un permesso di soggiorno per l’entroterra cinese potranno trarre beneficio dalle numerose misure di facilitazione che riguardano occupazione, assicurazione sociale e servizi medici.

Per l’Area della Grande Baia la vera difficoltà non consiste nel realizzare il collegamento dell’ “hardware”; le principali sfide riguardano più che altro il collegamento del “software”, al fine di permettere alle aziende e ai residenti di quest’area di poter continuare lo stile di vita precedentemente adottato e, nel frattempo, condividere in maniera più conveniente le facilitazioni della cooperazione di quest’area. Ciò dipende dal fatto che questi tre luoghi, rispetto alle altre tre aree di questo tipo presenti nel mondo a cui si è accennato poc’anzi, hanno diversi sistemi politici, economici e giuridici. Ciò creerà delle sfide uniche per l’integrazione e lo sviluppo delle diverse città della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao e potrebbe costituire anche un problema internazionale.

Tuttavia, l’Area della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao possiede delle proprie peculiari priorità, nel far fronte ai vari ostacoli che potrebbe incontrare in futuro, non soltanto perché quest’area possiede già un alto grado di apertura verso l’estero e perché la sua popolazione ha idee avanzate ed è pragmatica negli affari. Il fattore ancor più importante è rappresentato dal grande e costante sostegno del governo cinese. Recentemente il presidente cinese Xi Jinping, durante la sua ispezione nel Guangdong, ha chiesto all’intera zona di valorizzare lo spirito di “osare essere all’avanguardia”, basandosi sulle proprie priorità e creare sempre più esperienze. Il capo di Stato cinese ha indicato che si deve cogliere questa opportunità per trasformare la costruzione dell’Area della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao in un progetto pilota per la realizzazione dell’apertura dell’intera provincia del Guangdong.

Il motto della DJ-Innovations è “nel futuro tutto è possibile”. Secondo la classifica del 2017 del Global Innovation Index, rilasciata dalla World Intellectual Property Organization (WIPO), l’indice dell’innovazione della regione Shenzhen-Hong Kong è il secondo al mondo, subito dopo quello dell’Area della Baia di Tokyo. L’area, che possiede una grande quantità di aziende innovative come DJ-Innovations, sta già iniziando a prender forma ed il suo potenziale futuro potrebbe superare di gran lunga la nostra immaginazione.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *