Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • Commento: l’escalation della guerra commerciale provocato dagli Usa non é di alcun aiuto per la risoluzione della questione

Commento: l’escalation della guerra commerciale provocato dagli Usa non é di alcun aiuto per la risoluzione della questione

18 settembre 2018 News Orient Express


Il 17 settembre, trascurando l’opposizione della maggioranza sia all’estero che in patria, gli Usa hanno dichiarato di aumentare del 10%, dal 24 settembre, i dazi doganali su 200 miliardi di dollari di prodotti esportati negli Usa dalla Cina, e di adoperare successivamente anche altre misure di aumento delle tariffe.

La decisione irrazionale presa dagli Usa intensifica la guerra commerciale tra Cina e Usa. Proprio appena pochi giorni fa, la parte americana ha inviato alla parte cinese l’invito di tenere un nuovo round di consultazioni economiche e commerciali, che la Cina ha accolto con favore, il che é andato a potenziare il mercato globale. Adesso, la parte americana ha improvvisamente annunciato la data d’aumento delle tariffe su circa 200 miliardi di dollari di prodotti cinesi, con nessun’altro obiettivo che ottenere un prezzo richiesto più alto attraverso continue pressioni alla Cina.

In merito, la parte cinese ha indicato che l’insistenza americana nel continuare ad aumentare il livello dei dazi doganali crea nuove incertezze per le consultazioni bilaterali, ed ha quindi espresso l’auspicio che gli Usa si rendano conto degli esiti negativi derivanti da tale comportamento e che adottino misure convincenti per correggerli prima che sia troppo tardi. In realtà, per quanto volatili siano gli Usa, la Cina difende risolutamente gli interessi fondamentali del Paese e gli interessi fondamenti della popolazione, e difende risolutamente il libero scambio e il sistema multilaterale. Nel contempo, la Cina conserva il diritto di continuare a introdurre altre contromisure a seconda delle azioni degli Usa.

L’essenza del commercio e dell’economia sino-americana è un vantaggio reciproco e un cooperazione vantaggiosa per tutti: la cooperazione è l’unica scelta giusta per entrambe le parti. Se il presidente Trump vuole davvero proteggere gli interessi nazionali, delle aziende e del popolo degli Usa, dovrebbe correggere le decisioni irrazionali il prima possibile, mostrando sincerità e buona volontà nei confronti della risoluzione delle controversie economiche e commerciali per mezzo delle trattative sino-americane.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *