Home
  • Home
  • News
  • Orient Express
  • L’amicizia tra i popoli di Cina e Russia costituisce una forza motrice inesauribile per le relazioni tra i due Paesi

L’amicizia tra i popoli di Cina e Russia costituisce una forza motrice inesauribile per le relazioni tra i due Paesi

14 settembre 2018 News Orient Express


Durante la quarta edizione del Forum economico orientale appena conclusasi, il capo di Stato cinese XiJinping e il presidente russo Vladimir Putin hanno tenuto il loro terzo incontro nell’arco di quattro mesi. I contatti frequenti tra i due capi di Stato sono diventati un tratto caratteristico evidente delle relazioni sino-russe: basta ricordare che negli ultimi cinque anni Xi Jinping e Putin si sono incontrati oltre 20 volte, il che riflette appieno l’alto livello e la particolarità dei rapporti bilaterali e la priorità che questi ultimi rivestono nelle rispettive agende diplomatiche dei due Paesi.

La leadership strategica dei due capi di Stato è diventata una potente forza trainante per lo sviluppo e l’approfondimento delle relazioni bilaterali: con i loro frequenti incontri, i due leader hanno costantemente elaborato degli schemi volti a sviluppare ulteriormente ilpartenariato strategico globale sino-russo, il che sta giocando un ruolo programmatico di natura strategicanella disposizione generale dei rapporti bilaterali. XiJinping e Putin hanno promosso di persona importanti progetti e attività bilaterali: ciò ha prodotto un effetto propulsivo diretto sullo sviluppo della cooperazione tra i due Paesi. Anche l’amicizia personale tra i due presidenti ha giocato un ruolo positivo negli scambi operati ai vari livelli e nei vari settori.

Grazie alla pianificazione di tipo strategico, alle attività di promozione senza intermediari e alle dimostrazioni positive dei due capi di Stato, il partenariato strategico globale sino-russo è entrato in una nuova era contraddistinta da un livello più alto e da un grande sviluppo. Oltre all’evidente perfezionamento strutturale e al simultaneo aumento della qualità e dell’estensione del settore commerciale, i due Paesi stanno dando impulso a una serie di grandi progetti strategici nel campo degli investimenti, delle risorse energetiche, dei trasporti, della costruzione delle infrastrutture e del settore aerospaziale, facendo emergere nuovi punti di crescita nella cooperazione tecnico-scientifica, agricola e nel campo dell’e-commerce.

Le relazioni diplomatiche si basano sull’amicizia tra i popoli. Xi Jinping e Putin conoscono perfettamente il ruolo chiave che le persone rivestono negli scambi tra due Paesi: solo con il consolidamento delle fondamenta dell’amicizia tra i popoli potrà essere edificato un grattacielo permanente dell’amicizia tra Cina e Russia. Nel mese di luglio 2017, i due leader hanno firmato a Mosca la “Dichiarazione congiunta della Repubblica Popolare Cinese e della Federazione Russa sull’ulteriore approfondimento del partenariato strategico globale bilaterale”, all’interno della quale viene sottolineato che gli scambi tra i popoli e l’integrazione culturale rappresentano le fondamenta dell’amicizia che si tramanda di generazione in generazione tra i due Paesi.

Nell’intervento effettuato mercoledì 12 settembre durante la sessione generale del Forum economico orientale, Xi Jinping ha raccontato con emozione una storia riguardante gli scambi tra i due popoli: nel centro per bambini “Il Mare”, a Vladivostok, sono stati accolti oltre 900 bambini cinesi provenienti dalle aree colpite dal terremoto di Wenchuan (provincia del Sichuan); lì, i ragazzini hanno ricevuto le massime cure e hanno così sviluppato un profondo sentimento nei confronti della Russia.

Nel 2017, i turisti cinesi in Russia hanno raggiunto quota 1,7 milioni, mentre i viaggiatori russi in Cina sono stati 2,3 milioni. Dai dati disponibili fino al 2016 risulta che il numero degli studenti cinesi recatisi in Russia (e di quelli russi che hanno trascorso un periodo di studio in Cina) ha superato quota 70 mila, ed entro il 2020 tale cifra potrebbe arrivare a quota 100 mila. In qualsiasi libreria in Cina, si trovano facilmente raccolte di poesie di Puskin o romanzi di Tolstoy. Mentre in Russia, proprio nel giorno dell’incontro tra i due leader a Vladivostok, presso il Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, distante migliaia di chilometri, c’è stata una rappresentazione dell’opera “Le albe qui sono tranquille”, elaborata dal Teatro nazionale della Repubblica Popolare Cinese sulla base del romanzo di Boris Vasilyev.

Le relazioni sino-russe rappresentano un modello per le relazioni tra potenze e tra Paesi limitrofi e un simbolo del successo della diplomazia da grande Paese con caratteristiche cinesi. Proprio come detto dal consigliere di Stato cinese, nonché ministro degli Esteri, Wang Yi: grazie all’attenzione dei due capi di Stato, i ruscelli della conoscenza reciproca e dell’amicizia tra i popoli dei due Paesi continueranno a convergere fino a diventare un lungo fiume d’amicizia che scorre di generazione in generazione tra Cina e Russia e una forza motrice inesauribile delle relazioni bilaterali.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *