Home

Di chi è “prigioniera” la Germania? Nuovi attriti tra Berlino e Washington

12 luglio 2018 News Orient Express


L’11 luglio è stato inaugurato a Bruxelles il vertice della Nato durante il quale il presidente Usa, Donald Trump, ha chiesto ripetutamente agli alleati europei maggiore impegno economico a favore dell’Organizzazione, ed ha aggiunto che all’Europa non sarà concesso di “approfittare degli Stati Uniti”. Queste parole hanno creato preoccupazione tra l’opinione pubblica per la possibilità che questo vertice possa diventare un “appuntamento per litigare”. Si tratta di preoccupazioni concrete poiché prima dell’apertura del summit, Trump ha definito la Germania “prigioniera” della Russia, iniziando “battibecco”con Berlino.

Trump: “Germania è‘prigioniera’ della Russia”

La mattina dell’11 luglio, prima di entrare nella sala del vertice, la Cancelliere tedesca Angela Merkel si è recata appositamente nell’area delle interviste per riferire ai media che oggi la Germania è unita e libera e che qualsiasi decisione o politica adottata dal Paese è presa in modo indipendente e autonomo.

Angela Merkel ha risposto in questo modo alle parole pronunciate poche ore prima da Donald Trump durante la colazione con il segretario generale della Nato Stoltenberg. Il presidente Usa aveva accusato la Germania d’importare enormi quantità di gas naturale dalla Russia, e di essere per questo “prigioniera” di Mosca.

Tuttavia poche ore più tardi, durante l’intervallo del summit e dopo un incontro a due con Angela Merkel, Trump ha cambiato versione definendo “ottimo” l’incontro e “straordinarie” le relazioni con la cancelliera. Merkel ha affermato che Germania e Usa sono alleati e che quindi uno scambio di opinioni ‘faccia a faccia’ tra leader sono molto importanti.

Heiko Maas: “Germania non è ‘prigioniera’ né degli USA, né della Russia’

Il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, ha usato toni più diretti rispetto alla cancelliera: “Non siamo prigionieri né della Russia, né degli USA”

Studiosa tedesca commenta le ultime esternazioni di Trump sulla Germania: ‘il presidente Usa ha altri motivi per dire questo’

Una studiosa tedesca ha commentato quanto detto ultimamente da Donald Trump che ha definito la Germania “prigioniera” della Russia. La studiosa ha indicato chiaramente che esistono altri motivi che giustificano le parole pronunciate dal presidente Usa.

Cittadini tedeschi: “Non bisogna prendere troppo sul serio quello che dice Trump”

Dunque molti tedeschi non hanno fatto particolarmente caso alle parole del presidente Usa perché “prima di insegnare agli altri, deve prima governare bene il suo Paese.”


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *