Home
hero

Cina e Stati Uniti in trattativa per evitare la guerra commerciale

29 marzo 2018 Orient Express


Le guerre commerciali sono giuste e facili da vincere” ha twittato il Presidente Donald Trump all’inizio di marzo dopo avere annunciato sanzioni sulle importazioni di acciaio e alluminio.

twt

A questa minaccia a stelle e strisce per correggere gli squilibri commerciali sono seguite settimane di tensione con prese di posizione, minacce di dazi e contromosse soprattutto da parte della Cina.
La situazione ha allarmato i mercati azionari: le reciproche minacce dei due paesi hanno alimentato i timori che la situazione potesse degenerare in una vera e propria guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo. Ora pare però che Cina e Stati Uniti siano in trattativa.

Al China Development Forum di Pechino il vice premier Han Zheng ha dichiarato: “una guerra
commerciale non serve gli interessi di nessuno”. Aggiungendo: “l’unilateralismo e una guerra commerciale danneggiano gli altri … e portano a maggiori conflitti”. Han nel suo discorso non ha menzionato gli Stati Uniti o il presidente Donald Trump, ma il commento è arrivato pochi giorni dopo l’annuncio di Trump di dazi del 25% su oltre 50 miliardi di dollari di esportazioni cinesi verso gli Stati Uniti, compresi macchinari e tecnologia. Poco dopo l’annuncio statunitense il ministero del Commercio cinese aveva annunciato misure di ritorsione che comprendevano dazi per il 25% su otto categorie di beni statunitensi, tra cui carne suina e rottami di alluminio, e il 15% di dazi su 120 tipi di prodotti, tra cui vino e mele.

Da domenica 25 però i due paesi hanno iniziato a dialogare. Per primo il Wall Street Journal ha parlato di una trattativa “silenziosa” in corso.

A condurre i colloqui – che coprono vaste aree tra cui i servizi finanziari e prodotti manufatturieri: Liu He, nuovo ministro dell’economia, per la Cina e dal segretario del Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin e dal rappresentante degli Stati Uniti Robert Lighthizer a Washington.

Domenica 25 marzo, Steven Mnuchin e Liu He si sono parlati al telefono. Durante la telefonata Liu He ha detto che la Cina spera ancora che entrambe le parti rimarranno “razionali” e lavoreranno insieme per mantenere stabili le relazioni commerciali. Nello stesso giorno, durante una intervista a Fox News, il segretario del Tesoro americano ha cercato di allentare le tensioni minimizzando l’impatto dei dazi: “non mi aspetto di vedere un grande impatto sull’economia, siamo stati molto attenti a ciò che stiamo facendo e come lo stiamo facendo”, ha detto Mnuchin. “Penso che a lungo termine farà molto bene all’economia”.


, , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *