On Air
Radio We - Weekend!
Home
zodiac-signs-2976245_960_720

La storia dello zodiaco cinese

15 febbraio 2018 Orient Express


Venerdì 16 febbraio la Cina celebrerà l’inizio del nuovo anno. I festeggiamenti dureranno due settimane e daranno il benvenuto all’anno del cane.
Ogni anno del calendario lunare è simboleggiato da un animale dello zodiaco che, proprio come lo zodiaco occidentale, è diviso in 12 sezioni. Ogni sezione è caratterizzata da un animale e dura 12 mesi.
A differenza dello zodiaco occidentale però quello cinese non si basa sulle stelle ma su una leggenda che si pensa abbia origine nel Taoismo, antico pensiero cinese.

La storia ha diverse varianti ma vede i 12 animali dello zodiaco (ratto, bue, tigre, coniglio, drago, serpente, cavallo, pecora, scimmia, gallo, cane e maiale) coinvolti in una gara.
Una versione della leggenda vuole che l’Imperatore di Giada, sovrano del Cielo e della Terra, decise di indire una corsa per trovare 12 guardie per il paradiso, che in seguito divennero gli animali dello zodiaco. Tutti gli animali del mondo furono invitati a partecipare alla gara e sarebbero stati scelti i primi 12 animali ad attraversare il fiume celeste.

Per la maggior parte degli animali, la traversata del fiume celeste si dimostrò complicata. Tra loro, il topo non era in grado di cavarsela da solo ad attraversare il fiume e chiese aiuto al bue che gli offrì un passaggio, permettendogli di fare la traversata sulla sua schiena.

Mentre si avvicinavano al traguardo, il topo saltò giù dal bue e atterrò dall’altra parte del fiume per primo, diventando così anche il primo animale dello zodiaco cinese. Gli altri animali che toccarono la riva in ordine furono il bue, la tigre, il coniglio, drago, serpente, cavallo, pecora, scimmia, gallo, cane e maiale che divennnero così i successivi 11 animali dello zodiaco cinese; ognuno dei quali contraddistingue un anno dei 12 del calendario annuale.

A quel tempo, il topo e il gatto erano amici, e –  secondo la leggenda – il giorno della gara il topo avrebbe dovuto svegliare il gatto per poter partecipare insieme. Pare però che il giorno della gara il topo si sia dimenticato di svegliare il gatto.  O non l’abbia svegliato deliberatamente. Per questo motivo il gatto non figura nello zodiaco cinese. Ed è anche questa presumibilmente la ragione per cui gatti e topi da allora sono acerrimi nemici.

In alcune versioni della leggenda, si suppone che ogni animale abbia usato il suo tratto distintivo per ad attraversare il fiume, che è rappresentato nella personalità di un individuo che corrisponde a quel segno dello zodiaco cinese.


, , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *