Home
  • Home
  • Orient Express
  • TRUMP A DAVOS: “Open for business, America first is not America alone”

TRUMP A DAVOS: “Open for business, America first is not America alone”

26 gennaio 2018 Orient Express


Dopo le polemiche sul suo protezionismo, Donald Trump ha portato al forum di Davos una grande sorpresa: un’ apertura multilaterale
In un’intervista alla CNBC, il Presidente americano ha annunciato che potrebbe riconsiderare la partecipazione degli Stati Uniti al Partenariato trans-Pacifico (TPP), ma a patto di avere un accordo migliore.
Il presidente statunitense ha spiegato di essere venuto a Davos pensando ai vantaggi economici per il suo Paese, e per offrire all’Europa i vantaggi della crescita USA.
Gli USA sono aperti agli investimenti e la loro crescita sarà un bene per il mondo intero, ma è necessario riformare il sistema del commercio internazionale, e senza dimenticare speranze e aspirazioni delle persone nel gioco dell’economia globale.
“Sono qui per consegnare un messaggio semplice” ha detto: “non c’è mai stato un periodo migliore per gli Stati Uniti, siamo aperti agli affari e siamo di nuovo competitivi. Abbiamo creato un ambiente in cui la tassazione sul capitale è ridotta e si possono fare nuovi investimenti. Credo negli USA, come presidente USA metterò sempre i nostri interessi davanti a tutti gli altri, così come dovrebbero fare gli altri Paesi.”
“Ma America First non significa che andremo avanti da soli. Quando crescono gli Stati Uniti ne beneficia il mondo intero.
Dobbiamo riformare il sistema del commercio internazionale: non possiamo avere il libero scambio se alcuni Paesi ne approfittano, deve essere equo e reciproco.
Altrimenti non ne faremo più parte.
La difesa della proprietà intellettuale deve essere inserita in un piano economico mondiale”
Parole sagge che aprono uno scenario alternativo, una speranza per l’Europa non allineata all’asse franco-tedesco.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *