Home

INTERVISTA A TOBIN ESPERANCE – PAPA ROACH

29 settembre 2017 Daria Amodio


In occasione dell’ unica, attesissima, data italiana dei Papa Roach di Domenica 24 Settembre,  ho avuto occasione di fare due chiacchiere con Tobin Esperance, bassista della band di Vacaville.

 

Crooked Teeth è il titolo del vostro ultimo disco, uscito a Maggio. Puoi raccontarmi qualcosa riguardo questo la nascita di questo  ultimo lavoro?

Alla fine della produzione del disco ci siamo presi un bel pò di tempo libero. Poi, mentre già eravamo in tour, abbiamo deciso di tornare in studio dove sono nate altre 6/7 canzoni. Credo fosse  più un modo di  mantenere attiva l’energia creativa più che l ‘esigenza di ulteriore materiale, ma non so se  questi brani finiranno nel prossimo disco ufficiale. Quel che posso dirti è che credo quando una canzone nasce, sia un peccato non farla sentire a nessuno soprattutto se , come queste,  è arrivata  spontaneamente, scritta e registrata in un solo giorno.

 

In Crooked teeth sono presenti due featuring, vorrei sapere come avete deciso di scegliere proprio Skylar Grey e Machine Gun Kelly 

Tutto il processo è stato abbastanza naturale. Eravamo già al lavoro  sul  disco quando ci siamo trovati in tv  insieme a Machine Gun Kelly, che in passato ha pure cantato con noi Last Resort.  Parlando poi insieme di quello che stavamo facendo lui ci ha confessato il suo desiderio di far parte di questo nuovo disco e così, visto che lo apprezziamo molto come artista, abbiamo fatto fatto in modo che la cosa si realizzasse.

Per quanto riguarda Skylar Grey, la canzone in questione era già pronta, ma abbiamo capito di aver bisogno di una voce femminile per completarla. La abbiamo proposta a tre diverse cantanti e lei ci ha convinti fin da subito. Skylar Grey è pazzesca, è una grande autrice e ha fatto cose incredibili insieme ad artisti del calibro di Dr Dre, Rihanna ed Eminem, è stata decisamente la scelta giusta.

 

Torniamo indietro per un attimo, per parlare della storia dei Papa Roach e in particolare del vosto album Infest, per me iconico. Avete in mente di organizzare qualcosa di speciale per il 20esimo anniversario del disco? Sta per arrivare…

Sono sicuro che faremo qualcosa! Mancano ancora un paio d’anni no? Abbiamo molto tempo per pensarci e organizzare. In realtà abbiamo già celebrato il 15 esimo anniversario del disco suonandolo per intero a sopresa a Londra … potremmo farlo ancora magari con un tour completo, chissà.

 

Restiamo per un pò in quel periodo, intorno ai primi anni del 2000: vi divertite ancora a suonare hits come Last Resort? Vi sentite ancora connessi e in linea con parole e musica scritte quasi 20 anni fa?

Tendenzialmente  suoniamo solo canzoni a cui ci sentiamo ancora connessi. Siamo cresciuti, molte cose sono cambiate, ma nei live inseriamo ancora molti brani estratti da Infest,  suonandole mi sento proiettato nel passato e ritrovo  l’intensità di quei tempi. Credo che, nonostante la nostra musica si sia evoluta e siamo molto migliorati nel songwriting, quelle produzioni siano ancora oggi pura energia!

 

Per molti anni non siete tornati in Italia e già so che siete molto contenti di essere a Milano ( Tobin mi ha accolta con un racconto entusiasta della sua giornata nel capoluogo), cosa amate di più del nostro paese? 

Tutto! Le donne, la musica, la bella gente, è davvero un bellissimo paese! Mi piacerebbe avere l’ opportunità di fare qualche data in più qui da voi, anche al sud magari, ma per qualche motivo questo non sembra possibile. Forse più riusciremo ad essere presenti nel vostro paese più avremo possibiltà di tornare moltiplicando gli appuntamenti live.

 

Esiste un Fan Club ufficiale dei Papa Roach in Italia?

Si! Abbiamo Papa Roach Italia, loro sono i migliori fan di sempre! Li vedo super attivi anche sui social media…si, questo è decisamente il paese migliore in cui suonare.

 

Parlando di social media, sono mezzi che usate anche personalmente per interagire con i fans o solo in via ufficiale? 

Personalmente no, non li uso.  Come band invece si, siamo attivi sui social, in particolar modo lo sono Jerry, Jacoby e anche mio fratello che sta suonando con noi ora. Anche il fratello di Jerry lavora ai nostri social gestendo Twitter e occupandosi della pubblicazione dei post. Ci piace tenere tutto in famiglia! Per esempio lui è il fratello di Jacoby e sta lavorando a dei video live.

 

La mia ultima domanda forse è un pò difficile, ma vorrei sapere cosa vedi nel futuro della band 

Credo pubblicheremo ancora un paio di dischi prima di pensare al da farsi per il futuro. Sono convinto che finchè tutto questo sarà divertente e avremo voglia di fare sia per i fan che per noi stessi non molleremo. Fino ad ora tutto è pazzesco, per cui finchè la sensazione non cambierà non smetteremo di fare musica.

22015385_10212037680151940_1500843346_o

 

 

 

 


, , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *