Home

PAOLO GENTILONI IN CINA PER IL FORUM BELT AND ROAD

16 maggio 2017 Orient Express


Il presidente Xi Jinping ha concluso il vertice inaugurale dedicato alla “Belt and Road”, iniziativa diplomatica fondamentale per la globalizzazione in chiave cinese. Il summit si è concluso con l’invito ai leader mondiali di partecipare ad un nuovo meeting programmato per il 2019.

A Pechino sono arrivati delegati e capi di stato da di più di 100 paesi tra cui il presidente russo Vladimir Putin, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e Paolo Gentiloni, unico tra i rappresentanti del G7.

“Belt and road” mira a connettere la Cina con l’Europa, l’Asia e l’Africa attraverso infrastrutture e investimenti. Xi ha aperto la sessione di incontri promettendo finanziamenti per 540 miliardi di yuan (78 miliardi di dollari), ci cui 100 miliardi di yuan per il Fondo della Via della Seta, 380 miliardi di yuan in nuovi prestiti per le nazioni partecipanti e 60 miliardi di yuan, da erogare nei prossimi anni, per lo sviluppo di Paesi e organizzazioni internazionali che si uniranno al programma.

“L’Italia può essere protagonista in questa grande operazione a cui la Cina tiene molto” ha detto il premier italiano Paolo Gentiloni. Per questo motivo i due paesi hanno creato un nuovo fondo da cento milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese dei due Paesi. Gli accordi sono stati firmati al termine dell’incontro tra Gentiloni, e il primo ministro cinese, Li Keqiang. La via della seta non sarà solo fatta di infrastrutture via terra ma avrà anche delle rotte marittime e anche i porti di Trieste e Genova, collegate con i corridoi ferroviari all’Europa, potrebbero beneficiare di questo progetto infrastrutturale.

Il primo ministro italiano è rimasto a Pechino fino a oggi, martedì 16, e ha proseguito la sua missione in Russia dove domattina incontrerà il presidente russo Vladimir Putin.


, , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *