On Air
Radio We - Weekend!
Home
DENMARK - JANUARY 01:  Photo of EMERSON LAKE & PALMER; ID#: ELPe 28, Keith Emerson, ELP, Emerson, Lake & Palmer., Copenhagen, Denmark  (Photo by Jorgen Angel/Redferns)

KEITH EMERSON, QUANDO LA TASTIERA DIVENTÒ UNA ROCKSTAR

2 novembre 2016 Mattia Borella


In questo 2016 abbiamo dovuto salutare per sempre mostri sacri della musica contemporanea come David Bowie, Prince e Keith Emerson solo per citarne alcuni. Ognuno di loro ha elevato qualcosa all’immortalità, dalla chitarra allo stile fino ad arrivare alla tastiera e alla composizione stessa del rock. Keith Emerson rivoluzionò il concetto di progressive rock, riducendo all’osso il numero degli elementi di una band e costruendo cattedrali sonore semplicemente con un uso magistrale delle tastiere e della tecnologia.

keith-emerson-1

Oggi avrebbe compiuto 72 anni ed è proprio l’amore per la perfezione della sua musica che lo portò a compiere un gesto estremo, ponendo fine alla sua esistenza il 10 marzo 2016, sentendosi in “colpa” nei confronti dei propri fan in quanto non più in grado di soddisfarli al 100% durante i suoi concerti. Un concetto impossibile da comprendere ma che in maniera definitiva sottolinea la caratura di questo immortale artista che, fin dalla fine degli anni ’60, riuscì a fare della composizione e della tecnologia qualcosa di indissolubile, scavando le fondamenta per la moderna musica elettronica.

keith-emerson-2

Iniziò coi Nice, poi incontrò Greg Lake e Carl Palmer dando vita al più longevo e grande supergruppo della storia, gli Emerson, Lake & Palmer. Questo trio fu in grado di elevare la musica classica alle orecchie della massa popolare, alleggerendone il suono e trasformandolo in qualcosa di effimero e inarrivabile come un’opera rock. Da “Lucky Man” a “Pictures at an Exhibition” per arrivare a “Tarkus” e “Black Moon“, grandiose suite in grado di far conoscere l’opera a milioni di persone sparse in tutti il mondo. E se oggi la tecnologia e il suono elettronico è arrivato alla sua più grande evoluzione lo dobbiamo, senza ombra di dubbio, al genio pionieristico di Keith Emerson.

keith-emerson-3

Questo estratto fa parte dell’esibizione degli ELP ad Hide Park di Londra per l’High Voltage Festival del 2010, il loro ultimo concerto insieme:

MATTIA BORELLA per Radio WE


, , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *