Home
filini

18 OTTOBRE 1954, LA RADIO ENTRA NEL TASCHINO. NASCE IL TRANSISTOR

18 ottobre 2016 Mattia Borella


La storia delle invenzioni tecnologiche è piena di innovazioni, idee geniali e rivisitazioni. Ma mai nella storia altri strumenti hanno subito trasformazioni così importanti come la radio. È l’unico mezzo di comunicazione ad essersi integrato nell’innovazione tecnologica senza mai essere stato sostituito da altri strumenti. Troviamo la radio all’interno dei nostri computer, dentro gli smartphone, nei lettori mp3 e persino nella televisione. Ma c’è un giorno nella storia della tecnologia che cambierà per sempre il metodo di fruizione dell’apparecchio radiofonico.

radio transistor 1

Il 18 ottobre 1954 la Texas Instruments lancia sul mercato la prima radio portatile. Consiste nella sostituzione delle ingombranti e fragilissime valvole con dei semiconduttori di silicio (transistor) permettendo al mezzo di “uscire di casa” e accompagnare la vita delle persone nelle strade, sulle macchine, nei parchi, sulle rive dei fiumi o sotto l’ombrellone.

Cambiò radicalmente anche il modo di concepire la scrittura delle trasmissioni radiofoniche. Se prima i palinsesti erano ricchi di commedie, radiodrammi e varietà, da quel momento i format mutarono per andare incontro alle esigenze del pubblico accompagnandolo nella vita quotidiana, dal risveglio fino alla buonanotte.

MATTIA BORELLA per Radio WE.


, , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *